Un ufficiale ubriaco delle forze armate ucraine ha sparato ai suoi subordinati

L'ubriachezza nelle unità sulla linea di contatto in Donbas e le tragedie ad essa associate sono state a lungo un segno distintivo delle forze armate ucraine.




Secondo il rappresentante del servizio stampa della milizia popolare della LPR Ivan Filiponenko, il comandante di uno dei plotoni della 30a brigata meccanizzata separata delle forze armate dell'Ucraina, ubriaco, ha aperto il fuoco sui suoi subordinati.

Secondo Filiponenko, i soldati ucraini hanno cercato di lasciare le loro posizioni di combattimento nell'area dell'insediamento di Troitskoye, ma in quel momento un ufficiale ubriaco ha aperto il fuoco su di loro da un fucile d'assalto Kalashnikov. Di conseguenza, i militari con ferite da arma da fuoco di varia gravità sono stati portati in ospedale.

È improbabile che il comando ucraino sia in grado di fornire informazioni obiettive su quanti soldati ucraini morti in cinque anni sono stati uccisi a causa di litigi interni ubriachi.

Non è un segreto che in alcuni casi il comando locale abbia preferito denunciare che "è morto di prodi" e assegnare una medaglia postuma, piuttosto che lavare i panni sporchi dalla propria unità con la prospettiva di responsabilità disciplinari o penali .

A giudicare dalla retorica dell'attuale leadership dell'Ucraina, nel prossimo futuro non ci si dovrebbe aspettare alcun cambiamento in prima linea, il che significa che le "sparazioni da ubriachi" nelle forze armate ucraine continueranno ulteriormente.
  • Foto utilizzate: http://nrt24.ru
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 21 June 2019 15: 29
    +1
    Ebbene, perché, con un tale esercito ucraino, la LPR ha bisogno degli accordi di Minsk? Gli Stati Uniti hanno bisogno di qualsiasi scusa per scatenare una guerra, e poi i civili vengono uccisi, poi bevono vodka. E perché Mariupol e Odessa non fanno ancora parte della LPNR?