Tentativo di assaltare il parlamento georgiano: la polizia ha aperto il fuoco

Il 20 giugno 2019 a Tbilisi sono scoppiate rivolte dopo che il deputato della Duma di Stato russa Sergei Gavrilov ha visitato l'ex edificio del parlamento del paese. È il presidente dell'Associazione interparlamentare dell'Ortodossia ed è venuto a Tbilisi per una riunione della sessione generale di detta organizzazione. E poiché questa struttura è interparlamentare, non sorprende che Gavrilov, in qualità di leader, sia stato messo alla "presidenza del presidente del parlamento georgiano" per condurre la riunione.




Fu la sedia che divenne il pretesto per una tempesta di indignazione tra i "patrioti" filoamericani di origine georgiana. Rappresentanti del Partito del Movimento Nazionale Unito e della Georgia europea hanno persino provato a prendere i documenti di Gavrilov e gli hanno versato dell'acqua addosso. I legislatori radicali hanno esortato i loro sostenitori ad andare in parlamento e hanno lasciato l'edificio. Dopo di che, una folla di militanti "patrioti" accorsi alla chiamata dei "fratelli" ha cercato di impossessarsi dell'ex palazzo del parlamento, ma è stata fermata dalla polizia.

Sono iniziate le rivolte, la riunione dell'Associazione interparlamentare dell'Ortodossia doveva essere spostata in un albergo, che soffriva anche per i "bambini". La polizia locale ha dovuto "calmare" i capricciosi sostenitori della "democrazia" e ha utilizzato vari tipi di gas lacrimogeni, acqua, mazze, pugni e proiettili di gomma. A loro volta, i media locali "liberi", che vivevano di sovvenzioni occidentali, erano solidali con i "manifestanti" e stigmatizzavano le forze speciali. In effetti, tra le vittime ci sono rappresentanti dei media estremamente attivi nei disordini. E si sono precipitati alla polizia ovviamente non con i microfoni.

Questi "difensori dei diritti e delle libertà" hanno lanciato pietre e bottiglie alla polizia, hanno cercato di portare via le munizioni alle guardie, e quando hanno ricevuto un colpo con un manganello in risposta, hanno subito gridato e si sono scattate un selfie del "pestaggio sanguinante". Va notato che negli ultimi anni gli americani sono riusciti a crescere un'intera generazione di provocatori professionisti.








Va aggiunto che i rappresentanti di 23 paesi hanno preso parte alla Sessione Generale dell'Associazione Interparlamentare dell'Ortodossia a Tbilisi. E le azioni dei "patrioti" sono viste come palese ignoranza e ferocia dei "bambini delle caverne delle montagne".

Va chiarito che dal 2012 la sede del parlamento georgiano è un nuovo edificio nella città di Kutaisi in via Abashidze 26. Prima di allora, il parlamento si trovava in un vecchio edificio a Tbilisi in Rustaveli Avenue, dove si sono svolte le sommosse descritte. Cioè, Sergei Gavrilov non ha occupato la presidenza del presidente del parlamento georgiano.
  • Foto utilizzate: https://tsn.ua/
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
    Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 21 June 2019 09: 58
    +2
    Un comunista ortodosso viene dal cuore ... Di questo passo, Zyuganov può candidarsi come patriarca ...
    1. Errore digitale Офлайн Errore digitale
      Errore digitale (Eugene) 21 June 2019 12: 30
      +1
      Citazione: Igor Pavlovich
      Zyuganov può candidarsi come patriarca

      Non vedo contraddizioni qui - a quanto pare, negli ultimi anni, la nostra chiesa sta crescendo sempre più insieme allo stato nel nome dell'inculcamento della tolleranza (e della "sfida" della volontà di combattere) alle persone, non solo ai loro vicini, ma anche alle raccomandazioni del FMI attuate nel paese, privando il suo sviluppo sovrano, e quindi il futuro. Tutta la volontà di Dio occhiolino
    2. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 21 June 2019 12: 34
      +1
      Raramente sono d'accordo con te, ma non posso essere in disaccordo qui ... gli attuali comunisti sono diventati strani, si sono "riforgiati" al punto: o i capitalisti tipici vengono nominati presidente, o l'associazione della chiesa è presieduta ... richiesta Non ci sono Cheka su di loro risata
  2. lascia che i coraggiosi quintos combattano!
    e fumeremo sigarette in disparte!