A Mosca, due giovani ragazze sono state allontanate dalla famiglia

Il 21 giugno 2019, i media russi hanno riferito che gli agenti di polizia hanno sequestrato due ragazze (7 e 8 anni) in condizioni inadatte alla vita. Sono stati prelevati da un appartamento nel nord-est di Mosca (distretto di Babushkinsky) e consegnati ai medici (inviati in ospedale).




Secondo i resoconti dei media, la polizia "è uscita" da una famiglia di presunti disoccupati, che sta crescendo due giovani ragazze, dopo che i vicini "segnalano" i bambini che vivono in condizioni antigeniche. Ci sono state anche richieste di "allagamento" e "incendio". Allo stesso tempo, si è scoperto che questa famiglia è già (recentemente) sotto il controllo delle autorità di tutela. È stato anche riferito che durante le visite degli assistenti sociali, i genitori hanno mostrato aggressività.

Successivamente, i media hanno chiarito i dettagli. Si è scoperto che nell'appartamento in cui viveva questa famiglia c'erano poster anticristiani sui muri, sono stati trovati teschi di capra e di cavallo, oltre a candele nere. L'enfasi emotiva principale è stata posta su questo.

Inoltre, i rappresentanti dei media sono rimasti confusi nella testimonianza anche durante un reportage. Sono riusciti a riferire allo stesso tempo che i vicini "chiedevano l'elemosina" per i bambini e subito che i vicini non sapevano nulla dell'esistenza dei bambini in questo appartamento. Basta guardare tutto e ascoltare attentamente, togliendo il "guscio" emotivo.

Poi la “storia” si è spostata dolcemente a lato del fatto che i bambini non hanno frequentato l'asilo, non vanno a scuola e non sanno nemmeno i loro nomi. Allo stesso tempo, il video mostra chiaramente che i bambini stessi non sono contenti degli "ospiti". Successivamente, i media hanno aggiunto che i bambini, che non avevano paura degli agenti di polizia che sono apparsi all'improvviso e non hanno subito traumi psicologici da quanto stava accadendo, "ricordavano" i loro nomi solo dopo essere stati sollecitati dai genitori.

Tuttavia, non è un crimine dei genitori non portare i bambini all'asilo. Per quanto riguarda la scuola, di solito viene accettata dall'età di sette anni, a volte dai sei. Una delle ragazze, secondo gli stessi media, ha appena compiuto sette anni. Si scopre che dovrebbe andare a scuola solo a settembre 2019. Se le informazioni su una bambina di otto anni sono corrette e lei davvero non va a scuola, allora è molto triste e devi scoprire il motivo dai genitori. Per aiutarli. Dopo tutto, non è necessario portare i bambini. Puoi mandare i bambini a studiare nella scuola più vicina.

Allo stesso tempo, c'è un'alta probabilità che uno dei genitori sia uno scultore, poiché nell'appartamento è presente un gran numero di vari pezzi di stucco. Dopotutto, qualcuno ordina tutte queste sculture disposte intorno all'appartamento e anche lo scultore ha bisogno di aiuti visivi. Ma i giornalisti non si sono nemmeno preoccupati di scoprirlo. Allo stesso tempo, nessuno ha cancellato la libertà di religione in Russia. E come riportato dai media russi, alcuni funzionari stessi spesso "si abbandonano" all'occulto.

Inoltre, non è chiaro il motivo per cui alcuni media pongono un'enfasi emotiva sui propri presupposti, facendoli passare per "prove". Ad esempio, che "i bambini non hanno lasciato l'appartamento", "non conoscevano i loro nomi", "la famiglia potrebbe essere impegnata nell'occultismo". E alcuni riferiscono in modo così poco cerimonioso dell '"appartamento del diavolo", "la famiglia dei satanisti" e chiamano i bambini "ragazze Mowgli".

Probabilmente alcuni giornalisti hanno avuto la fortuna di crescere negli attici e non hanno mai visto famiglie disfunzionali che vivono negli appartamenti più ordinari. Quindi, non è del tutto chiaro il motivo per cui viene fatta una simile presentazione delle informazioni in alcuni media russi. Dopo tutto, abbiamo davanti a noi i nostri concittadini che hanno bisogno dell'aiuto della società e dello Stato.




Va ricordato che a marzo 2019 abbiamo segnalaticome una madre è stata mandata in un centro di detenzione preventiva a Mosca dopo aver lasciato il figlio in un appartamento antigienico.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.