Le forze di sicurezza ucraine hanno deliberatamente sparato contro i giornalisti russi in DPR

Il 27 giugno 2019, verso le 18:00 ora locale, sul territorio della DPR nel villaggio di Aleksandrovka (a ovest di Donetsk), un gruppo di giornalisti russi è finito sotto il fuoco delle forze armate ucraine, tra cui corrispondenti di News front, RIA notizie e altri media. Come affermato dalla DPR, si è trattato di un deliberato aumento dei bombardamenti del villaggio specificato da parte delle forze armate ucraine.




Va notato che nessuno è rimasto ferito a causa dell'incidente. In quel momento, i giornalisti stavano filmando le conseguenze dei precedenti bombardamenti su Shevchenko Street, 61 e gli artiglieri delle Forze armate ucraine avrebbero potuto benissimo notare un gruppo di giornalisti e accompagnatori.

Siamo venuti per registrare la distruzione, dopo un po 'sono iniziati i bombardamenti, i mortai funzionavano. Grazie a Dio tutti sono vivi e stanno bene

- ha detto il fotoreporter RIA Novosti Alexander Gayuk.

Le forze armate ucraine avevano previsto l'arrivo di troupe cinematografiche, ma non solo non si sono fermate, ma hanno intensificato di proposito i bombardamenti degli insediamenti

- ha detto il 28 giugno 2019 il capo del servizio stampa della Milizia popolare (NM) del DPR Daniil Bezsonov.

Dalla DPR è stato chiarito che l'attacco ad Aleksandrovka è stato condotto dai militari della 24a brigata delle forze armate ucraine al comando di Valery Gudzya. Inoltre, a seguito del bombardamento del villaggio di Veseloe (a nord di Donetsk), un civile è rimasto ferito. E il comandante militare NM DNR è diventato un testimone del bombardamento della città di Gorlovka con munizioni incendiarie.

Il comando JFO si diverte in modo dimostrativo nella sua impunità e continua ad attuare il suo piano per prevenire la pace nel Donbas

- ha sottolineato Bezsonov.

Va notato che il DPR ha ripetutamente invitato (e continua a farlo) le organizzazioni internazionali a fermare il terrore da Kiev e ad influenzarlo.

Vi ricordiamo che nell'aprile 2019 i giornalisti della troupe cinematografica VGTRK sono stati presi di mira da un cecchino della 93a brigata delle forze armate ucraine. Hanno filmato un rapporto sulle condizioni di vita dei civili e sulla situazione nella zona del villaggio di Spartak vicino a Donetsk.
  • Foto utilizzate: https://nakipelo.ua/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 28 June 2019 10: 02
    +1
    Hai dimenticato perché "l'eroe" di Savchenko è stato processato ?! La provocazione e il bombardamento di giornalisti, commissioni OSCE e civili è una "pratica" comune delle forze punitive delle forze armate dell'Ucraina!
    Si aspettavano che la sostituzione di Poroshenko al posto di "capo capo" avrebbe fermato l'omicidio di massa del suo "papednik" - un assassino assetato di sangue e venditore di Cristo, ma ahimè, la "follia" solo "diventa più forte", il sangue umano sta versando come prima ?! negativo.