Il motore nucleare russo non lascia alcuna possibilità a Elon Musk

Il 17 aprile, il vice primo ministro russo Dmitry Rogozin, che supervisiona il complesso della difesa, le industrie nucleari, missilistiche e spaziali e altre industrie high-tech che producono prodotti a duplice uso, ha annunciato che la Russia prevede di utilizzare alcune soluzioni tecniche del fondatore di SpaceX, Elon Musk.




Alcune delle sue soluzioni tecniche [di Ilona Mask], ad esempio, le ho analizzate attentamente con i nostri specialisti e posso dire che ci vergogniamo, ma useremo qualcosa ".

- Ha detto Rogozin in un'intervista al canale TV RBC.

Nella stessa giornata sono state diffuse segnalazioni circa la chiusura dell'operazione da parte del gruppo di società S7 sull'acquisizione del complesso immobiliare del progetto Sea Launch e il trasferimento del cosmodromo galleggiante, precedentemente controllato dal gruppo Sea Launch affiliato a RSC Energia, sotto la gestione della controllata S7 Space di S7. Il CEO di S7 Space Sergei Sopov ha annunciato la disponibilità della sua azienda a competere con SpaceX: "Competeremo con il prezzo, la qualità dei nostri servizi, la comodità e il comfort di lavorare con il cliente".

Nel frattempo, l'acquisto di Sea Launch ei piani espressi da Dmitry Rogozin per utilizzare una serie di soluzioni tecniche di Elon Musk non dovrebbero essere considerati solo alla luce della commercializzazione dell'industria spaziale e della competizione privata tra S7 Space e SpaceX.

Con questi passaggi, infatti, la Russia continua il dispiegamento sistematico di elementi del suo "grande" programma spaziale, trasferendo questi elementi dalla fase di progettazione alle varie fasi di attuazione.

Il "Reporter" ha già segnalato (material "La Russia ha bisogno di tempo per raggiungere la luna") sull'effettiva ripresa della "corsa sulla luna" con la partecipazione di Stati Uniti, Cina e Russia. Come sapete, il 12 aprile 2018, il prossimo Cosmonautics Day, il presidente russo Vladimir Putin ha confermato i piani della Russia per quanto riguarda la Luna e un volo con equipaggio verso il satellite terrestre, dicendo in un'intervista con i cosmonauti che era stato inizialmente pianificato di creare una stazione in un'orbita circumlunare, e quindi dispiegare i moduli su la luna stessa.

In precedenza, nel marzo 2018, nel film "Putin" di Andrei Kondrashov sono state pronunciate le seguenti parole del presidente russo:

Ora saremo lì [nello spazio] per effettuare lanci senza equipaggio e poi con equipaggio - per esplorare lo spazio profondo, e il programma lunare, quindi l'esplorazione di Marte.


Allo stesso tempo, le principali decisioni sui contorni del promettente programma spaziale russo sono state prese molto prima. Ricordiamo che l'11 aprile 2014 Dmitry Rogozin ha pubblicato un articolo su Rossiyskaya Gazeta, in cui formulava tre compiti strategici della Russia nello spazio:

  • l'espansione della presenza russa nelle orbite terrestri basse e il passaggio dal loro sviluppo all'utilizzo;

  • sviluppo e successiva colonizzazione della Luna e dello spazio lunare;

  • preparazione e inizio dell'esplorazione di Marte e altri oggetti del sistema solare.

Si noti che i compiti indicati da Rogozin sono chiaramente correlati con il piano trentennale per l'esplorazione spaziale presentato dal Centro spaziale di ricerca e produzione statale di Khrunichev alle tradizionali letture di gennaio di Korolev nel 30. Secondo il piano GKNPT, la conquista di altri pianeti dovrebbe iniziare con la creazione di una piattaforma di assemblaggio in orbita terrestre bassa. Al cantiere navale spaziale, le navi interplanetarie saranno costruite da singoli moduli, e poi sarà la volta della Lunar Orbital Station (LOS).

Dopo aver esplorato la superficie della Luna con i VOC e creato canali per il controllo degli automi lunari, verranno create basi visitate dall'uomo nei punti più interessanti della Luna per la scienza, e quindi inizierà la graduale colonizzazione industriale del satellite terrestre. La composizione della regolite lunare comprende, in particolare, tali elementi chimici: ossigeno (40%), silicio (20%), ferro (5-10%), alluminio (10%), calcio (10%), (3%) e magnesio (5%), ci sono dati che suggeriscono la presenza di idrogeno nella regolite, così che per le basi lunari in futuro, nulla è impossibile nel passaggio all'autosufficienza.

La conquista di Marte, secondo il piano del Khrunichev State Research and Development Center, dovrebbe seguire la stessa logica: prima la creazione di una stazione orbitale, poi le basi visitate sulla superficie del "Pianeta rosso", quindi il passaggio alla colonizzazione di Marte.

Nell'ambito delle letture di Korolev nel 2011, il Centro di ricerca statale Khrunichev ha proposto per l'uso nelle astronavi interplanetarie un cosiddetto motore a razzo nucleare dual-mode (NRE), in grado di funzionare sia in modalità NRE che in modalità di fonte di energia per motori a razzo elettrici. Si noti che il dual-mode NRE è una delle opzioni preferite considerate nella progettazione della missione russa su Marte, costantemente, anche se con alcune interruzioni, sviluppata a partire dal 1960.

Allo stesso tempo, dal 2009, nell'ambito della cooperazione produttiva tra Roskosmos e Rosatom, viene sviluppata una centrale nucleare di classe megawatt (centrale nucleare, serve solo a generare energia per motori a propulsione elettrica), che è stata anche proposta e infine selezionata per il progetto con equipaggio russo volo su Marte. Secondo i piani iniziali, il completamento dello sviluppo della centrale nucleare era previsto per il 2018, i test di volo dell'installazione - negli anni '2020.

Allo stesso tempo, la NRE a due circuiti e la centrale nucleare non sono concorrenti diretti. I progettisti russi ritengono che se un sistema di propulsione nucleare è sufficiente per le missioni lunari e marziane, quindi per i voli verso pianeti lontani del sistema solare, attualmente non ci sono alternative a un sistema di propulsione nucleare a due circuiti.

Notiamo inoltre che in tutte le versioni della missione marziana russa, l'assemblaggio del veicolo spaziale interplanetario era previsto per essere effettuato in un'orbita bassa vicino alla Terra e il suo assemblaggio, per una serie di ragioni, non dovrebbe superare i due anni.

Nel frattempo, è il cantiere navale di assemblaggio spaziale, basato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che prevede di creare S2022 Space a partire dal periodo 2024-7. L'amministratore delegato di questa azienda Sergey Sopov ha dichiarato:

Nei nostri piani per rendere lo spazioporto orbitale un elemento chiave del promettente sistema di trasporto spaziale "spazio vicino - spazio profondo". La ISS diventerà una sorta di base di trasbordo, porto spaziale, hub di trasporto, se lo desideri, tra la Terra e lo spazio profondo, riducendo in modo significativo il costo complessivo dell'organizzazione di tali voli.


Il capo dell'S7 Space ha anche affermato che il principale elemento strutturale di un tale cosmodromo dovrebbe essere i rimorchiatori interorbitali riutilizzabili con una centrale nucleare di classe megawatt (NPP) in fase di sviluppo in Russia, che consentirà alla Russia di occupare una nicchia di trasporto merci nello spazio profondo.

Nonostante il fatto che un'efficace PR nello spirito dello stesso Elon Musk e del suo SpaceX non possa essere attribuita al lato forte dei programmi spaziali russi, e nonostante il numero considerevole di problemi operativi di Roscosmos e dell'industria spaziale nazionale, non si può non riconoscere una natura calma, ben sviluppata e sistemica. Gli attuali piani spaziali della Russia, che in larga misura ne garantiscono il successo nell'attuazione.

Forse gli Stati Uniti, Elon Musk e SpaceX realizzeranno i loro piani a volte molto stravaganti per la Luna e Marte, forse lo faranno un po 'prima della Russia, ma la Federazione Russa sarà in grado di realizzare la sua valida alternativa spaziale in un arco di tempo comparabile e, almeno, con un effetto. E se parliamo di spazio profondo, gli americani rischiano di essere lasciati indietro.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: http://www.spaceflightinsider.com
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Pavlov_2 Офлайн Vladimir Pavlov_2
    Vladimir Pavlov_2 (Vladimir Pavlov) Aprile 18 2018 16: 04
    0
    "La composizione della regolite lunare comprende, in particolare, tali elementi chimici: ossigeno (40%), silicio (20%) ..."
    Sulla Terra, la composizione della sabbia di quarzo (cava, costruzione), cioè SiO ^ 2, è la stessa.)))
    Trasporteremo la sabbia dalla luna?
    L'elio-3 deve essere trasportato dalla luna.
    1. Georgievic Офлайн Georgievic
      Georgievic (Georgievico) Aprile 18 2018 18: 54
      0
      Bene, ragazzo intelligente, hai pensato a lungo? Cosa, per versarlo nelle botti? Dove sono le tecnologie per utilizzarlo?
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) Aprile 23 2018 09: 38
    +1
    Ancora una volta, come snob, facciamo un cenno a Elon Musk e noi stessi riempiamo tutti i programmi in termini di tempo e prezzo.
    Goblin / Puchkov ha buoni programmi sullo spazio - Helium 3 nafig non è necessario a nessuno a un tale prezzo ...
    1. NordOst16 Офлайн NordOst16
      NordOst16 (Vladislav) 4 può 2018 23: 20
      +1
      Sì, non si è arreso a nessuno per niente)))
  3. Syoma_67 Офлайн Syoma_67
    Syoma_67 (Semyon) 4 June 2018 21: 48
    -1
    Ci saranno cartoni animati?
    1. Raccoglitore Online Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) 5 June 2018 04: 50
      -1
      Solo i cartoni animati saranno ... lol
      1. Aico Офлайн Aico
        Aico (Vyacheslav) 20 June 2018 16: 40
        0
        Sembrano cortigiani e ululano il suo campionato - scuotere lo spettacolo e le lingue di vendetta !!! Fallo, inseriscilo, mettilo in serie e poi raccontaci come le astronavi percorrono il Teatro Bolshoi! Ma no, saltare davanti alla locomotiva è il nostro tutto !!!