L'Occidente coprirà la Russia con una "tempesta geopolitica"

Ogni giorno, una crisi internazionale provocata dalle principali potenze dell'Occidente sta guadagnando slancio.




Il profilo di questa crisi è ben noto. Attualmente, gli aggiornamenti delle informazioni includono l'intenzione del Regno Unito di avviare 7 indagini contro Russia Today (RT), discussioni in Occidente sui piani effettivi per la partizione della Siria, rapporti di scontri non confermati di status giuridico indeterminato tra le forze russe e occidentali in Siria nel marzo-aprile 2018, discussione dai parlamentari russi progetti di legge specchiati o asimmetrici che rispondono all'implementazione delle sanzioni statunitensi.

Al momento, la domanda più urgente è quali possono essere le ulteriori azioni delle parti coinvolte nella crisi, quali guadagni e quali perdite promette loro lo sviluppo degli eventi.

Usiamo il toolkit della teoria dei giochi per una rapida risposta a questa domanda.

Matrice dei pagamenti per la crisi "Alleati (Stati Uniti e Regno Unito) - Russia, marzo-aprile 2018" (mostrata nella figura seguente).

The Allies Side: Stati Uniti e Gran Bretagna, che hanno stretto una speciale relazione alleata almeno dall'estate del 1940.

Lato "Russia": Federazione Russa.

La matrice mostra 4 strategie per ciascuna delle parti: "Pressione", "Ignora", "Compromesso" e "Arrendersi".



Strategia "Pressione" implica che la parte che lo utilizza intraprende azioni attive volte a intimidire l'avversario, effettua attacchi informativi, avvia sanzioni e contro-sanzioni, minaccia di usare la forza e compie un uso misurato della forza. Nell'ambito di questa strategia, il passaggio alla strategia "Guerra" (un vincolo condizionale per semplificare la matrice) non è previsto e in nessun modo può essere realizzato.

Ignora la strategia significa che la parte utilizzatrice presta la minima attenzione allo sviluppo della crisi, concentrandosi su altre direzioni strategiche prioritarie.

Strategia di compromesso descrive una situazione in cui una parte è pronta a risolvere la crisi attraverso la diplomazia, la contrattazione e la negoziazione. Va solo notato che poiché la crisi è provocata e virtuale, le parti opposte hanno posizioni iniziali completamente diverse per la contrattazione.

Strategia di resa implica che la parte che usa riconosce gli argomenti dell'avversario come giusti e rinnega le proprie azioni durante la crisi.

Altre due strategie sono state escluse dalla matrice: "Guerra" e "Negoziati onesti", a causa della loro quasi totale contraddizione con gli interessi delle parti. L'implementazione della strategia "Guerra" porterà entrambe le parti a perdite assolutamente mostruose e il guadagno, molto probabilmente, andrà a una terza parte neutrale, ad esempio la Cina. L'attuazione della strategia dei "negoziati equi" è vantaggiosa per la Russia, ma è difficilmente accettabile per gli alleati, poiché gli Stati Uniti e la Gran Bretagna dovranno pagare un prezzo reale, non fittizio, per concessioni significative dalla Russia.

Come segue dalla matrice in Fig. 1, per USA e Gran Bretagna le strategie ottimali sono "Pressione" e "Compromesso". C'è la sensazione intuitiva che il miglior rapporto tra Pressione e Compromesso per gli alleati sia di circa 3-5: 1.

Per la Russia, a sua volta, le strategie "Pressione" e "Ignorare" sono ottimali. Inoltre, intuitivamente, il miglior rapporto tra "Pressione" e "Ignora" è di circa 1: 3.

È molto interessante che i risultati ottenuti coincidano con le azioni concrete delle parti in crisi. Questo spiega bene perché Donald Trump occasionalmente intervallasse minacce militari e tenacia dimostrativa degli Stati Uniti con inviti alla Russia a "fare la pace", o discussioni su quanto sarebbe bello "andare d'accordo" con la Russia. Lo stesso schema si adatta alle chiare azioni informative della Russia, a volte integrate da dure dichiarazioni di forza.

Non c'è niente di sorprendente in questo. Le discipline "ricerca operativa" e "teoria dei giochi" sono state utilizzate attivamente dagli Stati Uniti sin dalla seconda guerra mondiale come strumento di supporto decisionale. L'esperienza degli Stati Uniti e dell'Occidente in queste discipline fu studiata attivamente dall'URSS dopo il 1945, fu pubblicata molta letteratura tematica tradotta e fu formata una forte scuola scientifica in quest'area. Quindi, per ora, entrambe le parti hanno a che fare con un risultato completamente prevedibile.
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.