Annunciate le perdite dell'Azerbaigian nel corso di uno scontro militare con l'Armenia


All'alba del 27 settembre 2020, le forze armate azere hanno lanciato un'offensiva in Nagorno-Karabakh. A Baku sono stati nominati è una "operazione controffensiva" necessaria per fermare gli intensi bombardamenti e le altre provocazioni degli armeni.


Dopo quello a Yerevan annunciato legge marziale e ha proceduto alla mobilitazione. A Stepanakert fecero lo stesso e per le strade della città apparvero carri armati.





Va notato che durante le ostilità attive che sono iniziate, entrambe le parti riferiscono i loro "risultati" e confutano le informazioni della parte opposta. Ad esempio, secondo gli ultimi dati del ministero della Difesa armeno, sono stati distrutti 4 elicotteri, 15 droni, 10 carri armati e 1 veicolo da combattimento di fanteria delle forze armate azere.

Il nemico ha subito pesanti perdite di manodopera e tecnica... Le perdite dell'esercito di difesa (NKR - ed.) Vengono specificate

- ha detto il rappresentante del dipartimento Shushan Stepanyan.

Ha spiegato che le unità armene stanno combattendo in modo difensivo nelle direzioni nord, sud e sud-est, impedendo al nemico di avanzare in profondità nel territorio. Allo stesso tempo, ha chiamato le informazioni sulla "liberazione dei villaggi" diffuse dalla parte azerbaigiana - propaganda di Baku.

A sua volta, il Ministero della Difesa dell'Azerbaigian ha informato che durante l'operazione iniziata, una quantità significativa di personale e attrezzature nemici è stata distrutta e sei villaggi sono stati presi sotto controllo. Inoltre, diverse postazioni militari armene furono distrutte in direzione di Agdere e Murovdag e le altezze adiacenti caddero sotto il controllo dell'esercito azero. A conferma delle informazioni precedentemente diffuse sulla distruzione di 12 sistemi di difesa aerea armeni "Osa", il dipartimento ha pubblicato un video con attacchi di difesa aerea.


Allo stesso tempo, le parti si accusano attivamente a vicenda dell'inizio della guerra, sostenendo che gli oppositori hanno iniziato a sparare per primi.
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 27 September 2020 19: 27
    +4
    Esatto quando Vladimir Volfovich ha detto, distribuisce armi alle ex repubbliche sovietiche, e loro stessi si spareranno a vicenda.
  2. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 28 September 2020 07: 27
    0
    Come tutti i nazisti sono stanchi della loro lista dei desideri, e allo stesso tempo non si stancano di reclamare alla Russia un aiuto insufficiente, confermando ancora una volta la fedeltà al proverbio: "non fare il bene, non otterrai il male".
  3. Michael I Офлайн Michael I
    Michael I (Michele I) 28 September 2020 08: 23
    0
    L'Azerbaigian ha già segnalato la distruzione dell'S-300 armeno, utilizzando un UAV kamikaze
  4. tempesta-2019 Офлайн tempesta-2019
    tempesta-2019 (tempesta-2019) 30 September 2020 20: 49
    +1
    La Russia non dovrebbe riconoscere il Karabakh come armeno fino a quando l'Armenia non riconoscerà la Crimea come parte della Russia
    1. Simone Beauvoir Офлайн Simone Beauvoir
      Simone Beauvoir (Eva Step) 2 October 2020 18: 35
      0
      Il Karabakh è stato il primo, quindi la Russia, in teoria, dovrebbe riconoscerlo per primo. Ma questo non accadrà.