Perché la stessa Ucraina può iniziare una guerra con la Russia per l'acqua


Un conflitto armato tra Russia e Ucraina per l'acqua è del tutto possibile, ma in questo caso potrebbe non iniziare da Mosca, ma da Kiev, e non a causa della questione dell'approvvigionamento idrico alla Crimea. Sì, sembra insolito, ma le possibilità di qualcosa di simile a medio termine stanno gradualmente aumentando. Scopriamolo.


Dopo la riunificazione della Crimea con la Russia nel 2014, l'Ucraina ha interrotto la fornitura di acqua del Dnepr alla penisola, ricevuta attraverso il Canale della Crimea settentrionale. Da allora, il nostro Paese ha avuto un problema estremamente grave, che fino ad oggi non è stato ancora risolto adeguatamente. A prima vista, la decisione più logica è stata quella di lanciare un condotto idrico dal vicino territorio di Krasnodar attraverso lo stretto di Kerch parallelamente al ponte in costruzione, ma ciò non è stato fatto. La risposta suonerà insolita per un lettore inesperto che non conosce le realtà locali: non c'è acqua in eccesso nel Kuban, ce n'è già una grave carenza.

E poi è nata un'idea piuttosto esotica di trasferire l'acqua dal Dnepr, da cui viene nutrita quasi tutta l'Ucraina, al Don russo. Diciamo, porteremo via Nezalezhnaya, che da solo ha "privatizzato" il grande fiume, che scorre simultaneamente attraverso il territorio di tre paesi slavi. In teoria, un tale progetto infrastrutturale può essere implementato riducendo il flusso alla quota di Kiev. Ciò porterà a gravi conseguenze economiche e ambientali per l'Ucraina, che molti russi e della Crimea potrebbero considerare una retribuzione "karmica". Tuttavia, questo non sarà indubbiamente meno ecologico, economico и politico le conseguenze per la stessa Russia. Né l'Occidente, né l'Ucraina, né l'alleata Bielorussia guarderanno con calma alla realizzazione di un progetto per una simile "svolta" dei fiumi. La pubblicazione 24.ua in questa occasione riassume:

Gli idrologi (ucraini) notano che praticamente un tale canale è possibile ... le autorità ucraine e la comunità scientifica dovrebbero prendere in considerazione tale possibilità per fermare l'aggressore in tempo.

"Fermare l'aggressore" - in effetti, questo può essere inteso come l'inizio di una guerra. Non sto scherzando. L'approvvigionamento idrico è una questione di sicurezza nazionale per qualsiasi stato. Le guerre per l'acqua sono state a lungo comuni. In Africa, questo è il conflitto tra Egitto ed Etiopia. In Medio Oriente, a causa delle acque dei fiumi Tigri ed Eufrate, tre paesi sono in conflitto contemporaneamente: Turchia, Siria e Iraq. L'India non può condividere l'Indo con il Pakistan e il Gange con il Bangladesh. C'è persino un conflitto tra Russia e Kazakistan con la Cina sulle acque del fiume Irtysh. In altre parole, non bisogna ironizzare sull'incomparabilità delle forze delle Forze armate dell'Ucraina e delle Forze armate della Federazione Russa, dicendo che Kiev potrebbe cercare di "fermare l'aggressore". Che ti piaccia o no, dovrai combattere in qualche modo.

Quindi stiamo procedendo senza intoppi al punto in cui esiste una probabilità non nulla di un tale conflitto tra Russia e Ucraina. Il fatto è che noi stessi abbiamo un disperato bisogno dell'acqua del Dnepr. Giudicate voi stessi, il flusso medio annuo del Don è di 22,3 miliardi di metri cubi e l'anno scorso è sceso a 9,5 miliardi. Lo stesso accade con i fiumi più piccoli: il livello medio annuale dell'acqua a Mius è di 5,4 metri, è previsto - 2,2 metri; nel Seversky Donets - 3,68 metri contro i previsti 1,6 metri; a Kalitva - 4,12 metri contro 1,23 metri. Roshydromet prevede la mancanza di acqua nel sud del paese fino al 2025, ma ci sono anche previsioni più pessimistiche - fino al 2030. La scorsa estate, le grandi navi non erano più in grado di navigare normalmente sul canale Volga-Don. C'è anche il rischio che l'HPP Tsimlyanskaya smetta di funzionare. La norma del livello dell'acqua nel serbatoio è di 36 metri, il "livello morto", quando il complesso idroelettrico deve essere chiuso - 31 metri. Oggi questa cifra si sta avvicinando gradualmente, essendo di 32 metri.

Nel 2021 c'è speranza per le precipitazioni, per le quali lo scorso inverno si è rivelato generoso. Ma c'è un problema che lo svaluta in gran parte. Nel Kuban e lungo il grande fiume Don, il numero di fasce forestali che trattengono l'umidità è notevolmente diminuito, a causa della quale il livello delle acque sotterranee è diminuito. Questo ci riferiamo ancora al "piano di Stalin per la trasformazione della natura", di cui menzionato nel contesto di tempeste di sabbia anormalmente forti in Cina e la loro comparsa nel sud della Russia. Secondo questo programma statale, nel periodo dal 1949 al 1956, otto enormi cinture forestali dovevano essere piantate nelle regioni steppiche e forestali per bloccare la strada ai venti caldi e secchi, migliorare l'irrigazione e cambiare il clima. Sono state infatti piantate foreste lungo i bacini del Don, del Dnepr, del Volga e degli Urali e sono stati costruiti molti nuovi bacini idrici. Gli alberi sono stati piantati lungo il perimetro di campi, bacini idrici, burroni e persino sulla sabbia per ripararli.

Il risultato è stato un forte aumento della produttività agricola nell'URSS. Tuttavia, dopo il 1953, il programma fu sospeso e dal 1984, dopo l'inizio della Perestrojka, fu completamente interrotto. Le cinture forestali iniziarono a essere gradualmente abbattute e le rimanenti ricoperte di cespugli, il che portò a una diminuzione delle loro proprietà protettive. Numerosi serbatoi e stagni furono abbandonati. Ecco come Mikhail B. Voitsekhovsky, direttore generale dell'Istituto Rosgiproles, ha commentato questa situazione:

Fino al 2006 facevano parte della struttura del Ministero dell'Agricoltura e poi sono stati liquidati per status. Non essendo nessuno, le cinture forestali iniziarono ad essere intensamente abbattute per i cottage o per ottenere legname.

Di conseguenza, dal 1984 al 2004, il volume di approvvigionamento idrico per l'agricoltura nella regione è diminuito di 3,4 volte. Capitalismo, felicità, manager efficaci, giusto? E presto, a quanto pare, dovremo semplicemente prendere l'acqua dal Dnepr da Nezalezhnaya, poiché non c'è davvero abbastanza acqua per i bisogni russi. Naturalmente nessuno discuterà seriamente di come rivolgersi ai famigerati "metodi stalinisti".
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
28 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 16 March 2021 14: 51
    + 16
    Per la Russia, la sovrapposizione dei fiumi che scorrono verso l'Ucraina e l'uso di quest'acqua nel Don e nel Volga meno profondi avranno solo un effetto positivo. Alla fine, la Federazione Russa non è obbligata a fornire acqua all'Ucraina, che ha inscenato il genocidio del popolo russo e urla ad ogni angolo che è in guerra con la Russia. Per quanto riguarda la guerra con l'Ucraina, è inevitabile per la Federazione Russa, perché non possono esserci compromessi con i Banderiti e l'Ucraina non attuerà nemmeno gli accordi di Minsk, che sono francamente non redditizi per la Federazione Russa. Per quanto riguarda l'Occidente, nessuna NATO con la Federazione Russa combatterà per l'Ucraina. Ucraini per Washington carne da cannone e materiali di consumo, e gli yankees non sostituiranno le città statunitensi con testate nucleari russe, ma sanzioni, quindi non troveranno sempre nemmeno una ragione, ma una ragione per introdurle contro la Federazione Russa.
  2. silver169 Офлайн silver169
    silver169 (Aristarkh Feliksovich) 16 March 2021 15: 27
    +8
    È giunto il momento di portare via l'acqua al non-stato nemico, che ha proclamato il suo obiettivo di fare il più sporco trucco possibile alla Russia, ove possibile. Ma la vigliacca camarilla del Cremlino, che non si preoccupa del paese, ma delle proprie tasche, farà un passo del genere?
    1. Pereira Офлайн Pereira
      Pereira (Michael) 22 March 2021 09: 25
      0
      Seleziona al confine con la Bielorussia?
  3. Eh! Gli impianti di desalinizzazione nucleare costeranno meno della guerra, NON essere vittima di bullismo!
    1. rjpthju Офлайн rjpthju
      rjpthju (Lev Atyasov) 16 March 2021 17: 59
      -1
      Gli impianti di dissalazione sarebbero stati costruiti in sette anni. Questo problema è stato sollevato immediatamente. C'è la tecnologia (la stessa città Shevchenko, non il Mar Caspio). Ma non c'è molta pasta rispetto al ponte. Non puoi tagliarlo troppo.
      1. questo è tutto - non puoi tagliarlo!
    2. 123 Офлайн 123
      123 (123) 16 March 2021 19: 23
      +1
      Eh! Gli impianti di desalinizzazione nucleare costeranno meno della guerra, NON essere vittima di bullismo!

      L'altro giorno Aksyonov ha annunciato il costo della costruzione (secondo me a Yalta) - 3 miliardi di rubli. Quanta acqua darà secondo me non è stato specificato. Ma cambiare il letto del fiume è un'idea davvero strana, è difficile prevedere a quali conseguenze questo porterà.
    3. Pavel Timokhin Офлайн Pavel Timokhin
      Pavel Timokhin (Pavel Timokhin) 17 March 2021 08: 41
      0
      Dove ha preso i soldi i glakitnykh per gli impianti di desalinizzazione?
  4. lavoratore dell'acciaio 16 March 2021 16: 36
    +2
    È giunto il momento di fare qualcosa. Banditi e teppisti non possono mai essere persuasi o rassicurati dalle conversazioni.
  5. wlkw Офлайн wlkw
    wlkw (Vladimir) 16 March 2021 16: 39
    +1
    Non so che tipo di bollitura sia. Niente di serio scorre dalla Russia all'Ucraina per spegnere e pompare laggiù. L'argomento viene risucchiato dal dito.
    Sono solo bielorussi e polacchi che possono bloccare qualcosa, ma non ne hanno bisogno, hanno abbastanza acqua. E non ci sono fiumi più seri.
    Il Danubio è fortemente distaccato.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 16 March 2021 19: 22
      +4
      Sì, hai la gigantomania, ti do il Danubio!
      Per non privare i bielorussi è possibile intercettare il Desna e il Seim davanti all'Ucraina, non sarà male. Non meno del corso superiore del Dnepr.
  6. Il commento è stato cancellato
  7. rjpthju Офлайн rjpthju
    rjpthju (Lev Atyasov) 16 March 2021 17: 56
    -7
    Hai dimenticato da dove scorre il Dnepr? Dalla Bielorussia. Investiremo soldi in questo progetto, e loro (di chi sarà la Bielorussia domani? Non è noto.) Bloccheranno il Dnepr per noi o ci lasceranno andare direttamente in Ucraina. Quindi la risposta sarà "non fratelli".
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 16 March 2021 19: 08
      + 10
      Hai dimenticato da dove scorre il Dnepr? Dalla Bielorussia.

      Sei serio? Hai sentito che Smolensk è sul Dnepr? E inizia sull'Altopiano di Valdai. E dopo Smolensk - in Bielorussia.
      1. rjpthju Офлайн rjpthju
        rjpthju (Lev Atyasov) 20 March 2021 19: 45
        -1
        A quanto ho capito, lei propone anche di lasciare i bielorussi senza il Dnepr? Ebbene sì, allora costruisci un canale che aggiri la Bielorussia.
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 20 March 2021 19: 48
          +2
          Leggi i miei commenti appena sopra. Ho un altro suggerimento.
          1. rjpthju Офлайн rjpthju
            rjpthju (Lev Atyasov) 21 March 2021 18: 01
            +1
            Sono d'accordo. +1
  8. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 16 March 2021 18: 01
    +5
    Per qualche ragione mi sono ricordato di Tselinograd, di cui improvvisamente una fila era un ammasso di cinture forestali, che sono state poi abbattute: la decomunizzazione in kazako. Il legname è stato venduto ai cinesi. Poi la città fu ribattezzata, iniziarono a trasformarsi nella capitale. Trasformato. Restavano solo i problemi. Chiunque fosse ad Astana, Nur-Sultan sa di cosa sto scrivendo. Ora va un po 'meglio, perché le foreste sono state sostituite da grattacieli, ma la polvere e la sabbia con i venti non sono andate da nessuna parte.
  9. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 16 March 2021 19: 01
    +6
    ... e dal 1984 dopo l'inizio della "Perestrojka" ...

    O dal 1984 o "dopo l'inizio della Perestrojka". Mutandine o una croce.
    Gorbaciov salì al potere l'11 marzo 1985. Con il discorso del 23 aprile al plenum del Comitato centrale del PCUS è iniziata "l'accelerazione". E solo più tardi, quando non se ne fece nulla per mera amministrazione, nel 1986, verso la fine - già "perestrojka". Ricostruito, dannazione.
  10. Igor Matyunin Офлайн Igor Matyunin
    Igor Matyunin (Igor Matyunin) 16 March 2021 23: 53
    +1
    Donets non sono NORD, ma SEVERKY Donets. Impara la geografia o leggi.
  11. Evgeny Dikov Офлайн Evgeny Dikov
    Evgeny Dikov (Eugene) 17 March 2021 10: 18
    +3
    La decisione più logica, a prima vista, è stata quella di gettare una conduttura dell'acqua dal vicino territorio di Krasnodar attraverso lo stretto di Kerch parallelamente al ponte in costruzione.

    L'autore!
    1) Il ponte di Crimea è stato costruito diversi anni fa, ma lo avete ancora in costruzione.
    2) Qual è il diametro del tubo di approvvigionamento idrico per fornire acqua all'intera penisola di Crimea?
    1. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 17 March 2021 23: 45
      +2
      L'autore!
      1) Il ponte di Crimea è stato costruito diversi anni fa, ma lo avete ancora in costruzione.

      Perdona Marzhetsky.
      Scolpisce gli articoli non curandone la precisione.
  12. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 17 March 2021 11: 01
    -2
    Argomento vuoto. Cosa non verrà fuori, in modo che non vengano costruiti impianti di desalinizzazione.
    "Niente soldi per un drink, quindi aspetta ..."
  13. Yurets Офлайн Yurets
    Yurets (Yury) 17 March 2021 15: 04
    +4
    Perché è possibile per l'Ucraina, ma la Russia dovrebbe fare i conti con qualcuno e guardare all'Occidente ?! La copulazione è già sufficiente!
  14. Kuramori Reika Офлайн Kuramori Reika
    Kuramori Reika (Kuramori Reika) 17 March 2021 19: 32
    +1
    Cosa ha a che fare l'Ucraina con la Russia e cosa vuole lì?
  15. Rinat Офлайн Rinat
    Rinat (Rinat) 19 March 2021 08: 13
    0
    I sostenitori di Bandera potrebbero non iniziare una guerra, ma commettere una provocazione in modo che la Russia risponda con azioni serie, trascinandola in uno scontro militare. Ma mentre le scintille del buon senso stanno ancora brillando nelle loro menti, stanno solo per fare un passo suicida .. Anche se i proprietari del Banderlog li spingono insistentemente alla follia.
    Se c'è una guerra, non è solo a causa dell'acqua., Penso che l'autore sia troppo intelligente.
  16. Oder Офлайн Oder
    Oder (Wojciech) 19 March 2021 11: 46
    0
    Pensiero tipicamente ucraino:

    Secondo Kravchuk, "vogliono trasformare la Crimea in una base militare, e la Crimea è inclusa nel sistema della Federazione Russa, e quando è diventata uno dei distretti, ora la Russia è responsabile di tutto". "E l'Ucraina semplicemente non fornirà acqua alla Crimea, perché non sappiamo a chi andrà: cittadini, imprese militari o chiunque altro", ha aggiunto Kravchuk, che è il capo della delegazione ucraina al gruppo di contatto trilaterale su .. .. risolvere il conflitto in Donbass.
  17. Lyabaka 13 Офлайн Lyabaka 13
    Lyabaka 13 (Dmitry) 19 March 2021 12: 29
    +1
    Il piano di Stalin per trasformare la natura ... Ridicolo. Viviamo in un paese liberale. Non negarti nulla !!!!!!! E dopo di noi, anche un diluvio, anche una completa siccità ... e lasciamo che tutto bruci con una fiamma chiara. Dopo tutto, i liberali che vivono per un giorno sono al potere.
  18. Tungsteno molibdeno Офлайн Tungsteno molibdeno
    Tungsteno molibdeno (Tungsteno molibdeno) Aprile 22 2021 21: 55
    0
    Una soluzione del genere potrebbe essere la costruzione del canale Bryansk-Oryol per trasferire le acque del Desna all'Oka. Il bacino del Desna è di 88900 km2 e lo scarico dell'acqua alla foce è di 360 m3 / s. Il prelievo dell'acqua dal Desna da questo canale dovrebbe essere di almeno 200 m3 / s, garantendo una tale diminuzione del livello dell'acqua nel Dnieper, che provocherà un aumento del flusso del Pripyat, che drena le paludi della Bielorussia. Il ripristino del bilancio idrico dell'Oka con questi 200 m3 / s risolve il problema dell'approvvigionamento idrico nella regione del Medio Volga, che in futuro si rivelerà essere con un deficit di umidità nella "ombra della pioggia" tra i "Balcani" e flussi ciclonici “anseatici”: lo spartiacque più stretto e più basso, ci possono essere diverse opzioni approssimativamente equivalenti per il trasferimento delle acque del Desna all'Oka. Uno di questi è proposto nel diagramma: il canale si basa sul letto del fiume Nerussa, che sfocia nel Desna a Trubchevsk. A valle del Desna dal luogo in cui confluisce il Nerussa, è necessario costruire una diga (ad esempio, sul sito di un ponte stradale, Fig. 2, a sinistra), per disegnare un canale lungo il fiume. Nerussa alla sua sorgente (Obrateevo), poi alla sorgente del fiume. Kroma (Zhikharevo) più avanti lungo il canale Kroma (un affluente dell'Oka) fino all'Oka (Fig. 2, a destra). Un'altra opzione è possibile: lungo il fiume. Nerussa e il suo affluente a est di Bychka, quindi attraversare lo spartiacque (~ 5 km) fino all'affluente del fiume. Kroma, più avanti lungo questo affluente e il fiume. Kroma a Oka (nella Fig. 2 a destra è mostrato con una linea rossa).