"Traccia russa" nelle esplosioni nella Repubblica Ceca: cosa le autorità locali "si sono dimenticate" di dire a tutti


Non racconterò i retroscena: tutti hanno sentito tutto con certezza: le autorità ceche accusano i servizi speciali russi di aver fatto saltare in aria un deposito di munizioni ceco nel 2014. Scandalo internazionale, espulsione di diplomatici, interruzione di contratti da miliardi di dollari, ecc. dalla lista. Se non fosse per la partecipazione all'incidente di spionaggio di due personaggi gloriosi - i super agenti del Cremlino Petrov e Boshirov - tutto potrebbe persino sembrare abbastanza credibile. Ma qualcuno, da qualche parte, apparentemente aveva fretta, quindi si è scoperto come è successo.


E in generale, si sa anche chi aveva tanta fretta di eseguire gli ordini dei loro padroni d'oltremare che ha trasformato il proprio paese in uno zimbello: questo è il capo del servizio di controspionaggio ceco BIS, ancora il colonnello Michal Koudelka. Ho scritto di questo personaggio in dettaglio in un articolo del 02.12.2020. "Allora sarà troppo tardi. La Russia non dovrebbe rimandare la guerra con la NATO " qui a The Reporter. Mentre prestava servizio come generale, è stato nominato cinque volte per il grado di generale, ma tutte e cinque le volte il presidente Milos Zeman si è rifiutato di crescerlo, il che di per sé è già una sorta di record, e apparentemente non solo per la Repubblica ceca. Ma quando scrivevo quell'articolo, nel dicembre dello scorso anno, non potevo assolutamente immaginare che la sesta visita del colonnello Koudelka per ricevere l'ambito grado militare sarebbe stata così brillante - beh, solo fama mondiale!

Se nel segmento ceco di Internet conosci i commenti degli stessi cittadini cechi ai materiali sulla traccia russa scoperta inaspettatamente nel caso delle esplosioni nell'insediamento di Vrbetice, allora almeno 8 su 10 è qualcosa del tipo " Non ci credo! "," Ci stanno mentendo di nuovo! "," In nessun caso questi idioti dovrebbero essere rieletti di nuovo! " eccetera. oltre, ovviamente, opinioni abbastanza adeguate delle persone su ciò che questo darà in termini di consegne di vaccini russi alla Repubblica Ceca, la costruzione di una nuova unità nucleare, di cui si è parlato nel paese per il secondo decennio, e molte altre cose buone che possono essere perse senza ottenere nulla in cambio.

Con la Russia tutto è chiaro, ma perché anche gli stessi cechi non si fidano del proprio governo? Perché le persone hanno memoria e la usano anche a volte. Sulla scala della piccola ed estremamente tranquilla Repubblica Ceca, l'esplosione dei depositi militari a Vrbetica è stato un vero incidente nazionale. E di conseguenza, c'era una copertura nei media locali - allo stesso tempo nessuno pensava all'esistenza del gemello Petrov-Boshirov. Pertanto, hanno coperto ampiamente e, se possibile, in dettaglio. E anche i cittadini locali, ovviamente, erano molto interessati a tutto questo. Pertanto, abbiamo ricordato molte cose, non sapendo poi, di nuovo, che guardando lo sviluppo delle indagini sul caso dell'emergenza più grandiosa nel loro paese, l'intero paese sta già partecipando a un altrettanto grandioso scandalo di spionaggio nel prossimo futuro. . Ma questa memoria ora è molto inquietante per alcune persone, così come le registrazioni dei programmi TV di quel tempo che per qualche motivo scompaiono da Internet. Ma è rimasto ancora qualcosa.

Nel 2018, la pubblicazione Internet ceca iDnes.cz ha pubblicato diverse foto della scena e interviste ai vigili del fuoco che sono stati i primi ad arrivare sulla scena ... dell'incendio. Non un'esplosione. Il fatto è che era il segnale dell'incendio che arrivava alla centrale dei vigili del fuoco locali; all'inizio non capivano nemmeno che andavano dritti incontro alla morte in senso letterale. Ma subito dopo l'arrivo, hanno visto davvero nel magazzino n. 16, che allora apparteneva alla società IMEX (la società stessa ha poi confermato le fotografie dell'oggetto), un incendio, e nemmeno molto forte. Secondo i vigili del fuoco, quando sono apparsi sul posto, da qualche parte dall'interno di un oggetto assolutamente intero, usciva fumo nero puzzolente, pezzi di materiale fuso giacevano sull'erba vicino all'edificio, sembrava che il tetto fosse in fiamme , due pesanti porte blindate erano aperte e nessuno degli operai si vedeva da nessuna parte. Rendendosi conto che si trovavano proprio accanto al deposito di munizioni in fiamme, i vigili del fuoco si sono immediatamente allontanati a una distanza di sicurezza e hanno iniziato a decidere con le autorità superiori il corso delle ulteriori azioni. Dal momento che si sono resi conto che loro stessi non sarebbero stati assolutamente in grado di farcela, soprattutto senza avere alcuna informazione sul reale contenuto di questi magazzini. Nel frattempo, quest'ultimo ha continuato a bruciare piuttosto lentamente. La prima esplosione è avvenuta solo venti minuti dopo l'arrivo dei primi vigili del fuoco.


Cittadini particolarmente attenti nella fotografia dell'intero magazzino n. 16 hanno persino individuato il cablaggio elettrico "spruzzato con noncuranza", a causa del quale qualcosa potrebbe prendere fuoco. Il cablaggio era o non era un cablaggio, ma sicuramente non un dispositivo esplosivo descritto dal primo ministro ceco Andrei Babis, solo su suggerimento del capo della BRI Koudelka. Nell'ultima versione "addolcita", è stato persino chiarito: le spie russe, a quanto pare, non volevano far saltare in aria le "merci" destinate né all'Ucraina né ai terroristi siriani nella Repubblica Ceca, ma hanno piazzato una sorta di bomba che è stata dovrebbe esplodere da qualche parte lungo la strada. Ma qualcosa, dicono, è andato storto, quindi è esploso a Vrbetice. Se escludiamo l'opzione che Petrov e Boshirov, che non hanno avvelenato gli Skripal, abbiano anche sbagliato qui, allora non sembra alcun tipo di bomba: se qualcuno avesse fatto saltare in aria un deposito di munizioni, la detonazione sarebbe avvenuta immediatamente, e non dopo mezz'ora di lenta combustione. Beh, non con i fiammiferi, l'hanno dato fuoco lì ??? Inoltre, le munizioni, di regola, sono imballate in materiali non combustibili e le scatole di munizioni in legno sono trattate con una speciale soluzione antincendio. Ciò non significa che non brucino affatto, ma che impiegano molto tempo prima che si accendano. E le scatole hanno avuto questo tempo per accendersi, cioè qualcosa ha bruciato lì abbastanza a lungo - mentre il segnale andava, mentre i pompieri venivano chiamati, mentre arrivavano, poi altri 20 minuti, e solo allora un'esplosione ... diavolo, una bomba funziona così? Soprattutto se, come si presume, è stato messo in atto da professionisti del GRU della Federazione Russa. Quindi i compagni cechi hanno un'evidente foratura.


Ma non è tutto. Il gruppo IMEX ha poi dichiarato che nei suoi magazzini a Vrbetica c'erano munizioni di artiglieria dismesse del vecchio modello sovietico. C'era persino una versione che, dicono, erano così vecchie che loro stessi potevano in qualche modo arrugginire, ossidarsi e scoppiare. Ora, a proposito, lo stesso si dice del contenuto: i proiettili di artiglieria dismessi dell'esercito cecoslovacco, destinati all'esportazione in paesi terzi. Ma il vecchio video, in cui pirotecnici locali e poliziotti mostrano i reperti dalla scena dell'esplosione, mostra qualcosa di un po 'diverso: oltre ai proiettili di artiglieria di grosso calibro descritti, lo scheletro di un lanciagranate a propulsione a razzo, un grande- mitragliatrice calibro, una mitragliatrice da 7,62 mm e due fucili d'assalto SA-58 Questo, tra l'altro, è il suo design originale ceco, che ricorda esteriormente l'AK-47. Ma solo esternamente. A differenza dell'intero blocco di Varsavia, che concedeva in licenza tutti i tipi di versioni del fucile d'assalto Kalashnikov, la Cecoslovacchia sviluppò e adottò un proprio modello per la cartuccia unitaria comune 7,62 del Patto di Varsavia. Per una persona esperta, il fucile d'assalto ceco differisce notevolmente dall'AK. E personalmente ho visto spesso queste armi in filmati da vari "punti caldi", non esclusa l'Ucraina - alcuni dei dobrobat, a quanto pare, hanno ricevuto alcune partite di queste armi. E solo nel 2014-15, perché è stato allora che l'ho visto con loro. Cioè, il prodotto è chiaramente popolare tra un certo pubblico. Generalmente taccio il resto. E poi le persone hanno già conversato, dicono, i proprietari stessi e si sono affrettati, coprendo le tracce di accordi illegali di armi.


Ciò è indirettamente confermato dalla "comunità delle armi" ceca, che ha notato un forte aumento dei prezzi di mercato solo per SA-58 dopo l'esplosione. Apparentemente questo è abbastanza popolare e il prodotto è diventato improvvisamente scarso sul mercato locale. Cioè, il contenuto reale dei magazzini di Vrbetice era chiaramente molto diverso da quello dichiarato. E se i proiettili per obici pesanti sono molto probabilmente acquistati (credete) da alcune strutture governative ufficiali per formazioni militari serie con tali armi, allora tutto il resto dal tavolo dimostrativo della pirotecnica ceca nel video è solo il sogno di ogni terrorista che si rispetti . E, a quanto pare, è stato per questi sognatori che questo prodotto stava lasciando la baracca di cemento poco appariscente nella Repubblica Ceca di Vrbetice. Se questo avesse qualche collegamento con l'incendio è un'altra questione. Poi il caso è stato finalmente messo a tacere e, sotto la voce "negligenza", sembrava scomparire dagli annali della storia. E qui su di te - si scopre che i russi sono esplosi! E in linea di principio, ripeto, in base al contenuto di questi magazzini e alla possibile geografia delle sue consegne, si potrebbe credere a un certo interesse per la Vrbetitsa dei servizi speciali russi. Ma il filmato girato proprio sul posto da vigili del fuoco e pirotecnici cechi, poi pubblicato dai media cechi, così come la dichiarata partecipazione al processo del gemello Petrov-Boshirov, traduce le dichiarazioni del governo ceco nella sezione del surrealismo. Risposte alle domande: cosa stava bruciando lì e perché per così tanto tempo? Perché le porte blindate erano aperte nella struttura protetta? Dov'era il personale al momento dell'arrivo dei vigili del fuoco? e come ea che punto sono morti i due magazzinieri? Restano anche aperti. E praticamente tutte le tracce che potrebbero portare a risposte a queste domande sono state distrutte dall'esplosione.

Entrambe le vittime, a proposito, non erano guardie, ma armaioli. E sebbene i rappresentanti della società proprietaria in seguito, naturalmente, abbiano affermato che questi due dovevano solo controllare il magazzino prima di spedire la merce a un certo acquirente, nessuno sa cosa stessero effettivamente facendo lì. Inoltre, secondo la testimonianza dei vigili del fuoco, l'incendio era inizialmente visibile solo nella parte centrale dell'edificio del magazzino n. 16, e lì, secondo la documentazione, i motori degli aeromobili a secco (senza liquidi di riempimento) e le parti per loro dovrebbero sono stati mantenuti in generale. Cioè, anche se Petrov e Boshirov decidessero comunque di distruggere questo oggetto con l'aiuto di fiammiferi o stelle filanti, il posto per dare fuoco non era chiaramente il migliore.

Nel corso di un successivo sopralluogo, nei rimanenti magazzini dell'area di Vrbetice sono state rinvenute alcune miniere vietate dalle convenzioni internazionali. Anche questo è un dato di fatto. Un procuratore locale di nome Faltin ha persino portato questo caso in tribunale in seguito, ma già lì è stato messo a tacere. E le successive esplosioni a Vrbetice sono già associate a queste ispezioni: lì, secondo l'opinione dell'opinione pubblica ceca, le tracce sono state semplicemente spazzate via. Ma non è mai andato oltre le conversazioni in cucina di questo pubblico molto: tutti capiscono che un'attività del genere è semplicemente impossibile senza un potente "tetto" di servizi speciali, e ovviamente non solo locali, in un paese così trasparente e completamente dipendente come il moderna Repubblica Ceca. E chi indagherà sui loro casi, sugli stessi servizi speciali? Beh, non sono loro stessi, vero? Di tanto in tanto "finisce nell'acqua", come si suol dire.

Immediatamente dopo l'incidente, si sono svolte ispezioni presso le strutture IMEX in tutta la Repubblica Ceca, rivelando molte violazioni tecniche e antincendio, nonché violazioni del regime nelle strutture protette. Tutto questo era davvero molto simile alle conseguenze di una tragica negligenza, e così è stato e l'intera storia sarebbe andata nel dimenticatoio. Se il pan colonnello Koudelka non avesse voluto così appassionatamente diventare un generale. E così letteralmente il mondo intero ha appreso il nome di un piccolo villaggio ceco., Che è diventato la scena di uno scandalo internazionale di spionaggio.

L'intera storia sembra essere solo all'inizio. Le autorità ceche, a quanto pare, sperano in un intervento rapido e inequivocabile politico effetto, hanno subito commesso così tanti errori che loro stessi si sono confusi in essi. Il presidente Milos Zeman, noto per la sua sobrietà e prudenza, non ha ancora commentato in alcun modo questo problema: si è preso una settimana di pausa, ha chiesto al governo i materiali sul caso e ha promesso, dopo aver familiarizzato, di rilasciare una dichiarazione il prossimo fine settimana.

Seguiremo lo sviluppo degli eventi.
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev (Serge) Aprile 22 2021 14: 11
    +3
    Ben descritto. Solo un promemoria per coloro che non amano gli argomenti di magazzino.
  2. Denis ravanello Офлайн Denis ravanello
    Denis ravanello (Denis Moroz) Aprile 22 2021 14: 16
    +5
    ma erano Koroviev e Behemoth! scherzo pince-nez, lana di gatto e stufa a cherosene)))
  3. Volkonsky Online Volkonsky
    Volkonsky (Lupo) Aprile 22 2021 14: 17
    +3
    https://cont.ws/@alexandr-rogers/1970713
    Lesha, ecco qualcos'altro su queste esplosioni, ha scoperto Rogers, tutto ricorda la vedova di un sottufficiale ceco, che si è frustata
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) Aprile 22 2021 14: 56
      +3
      beh, questo è in realtà in aggiunta a quanto sopra
  4. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk Aprile 22 2021 15: 45
    +4
    Colonnello Michal Koudelka

    per qualche ragione, seguendo i precetti di pacifisti incalliti, si vuole cambiare il suo "Coe" in "peace" inglese.
    Non so nemmeno perché; Sono un po 'tranquillo oggi.
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 22 2021 16: 51
      0
      Sono abbastanza tranquillo oggi

      E alcuni nella mia faccia e nella vita sono così.
      Inizio anni '90, privatizzazione coupon, libri personali! Divieto di esportazione di valuta dal Paese! Risultato? Niente inflazione, niente oligarchi! Contatori pieni!
      E a Uzhgorod, i doganieri troveranno una lattina di benzina nei bauli della gente del posto, vai in quel barile, ti daremo una ricevuta.
      I galiziani imprecarono allo stesso tempo, il che è interessante, in puro russo ...
      sorriso
      E c'era un bel film americano sul commercio di armi dai magazzini sovietici in Ucraina ...
  5. Il commento è stato cancellato
  6. si sono bruciati per nascondere il furto!
  7. Lagerta longbrok Офлайн Lagerta longbrok
    Lagerta longbrok (Lagerta Longbrok) Aprile 23 2021 11: 47
    +7
    Ciliegina sulla torta:
    Ci sono state due esplosioni!
    16 ottobre 2014 nel magazzino n. 16
    3 dicembre 2014 nel magazzino n. 13, a un chilometro e mezzo dal vecchio posto.
    I cechi tacciono ostinatamente sulla seconda esplosione.

    I cechi hanno fornito armi all'ISIS e a Bandera con i contratti del Pentagono, in violazione di tutti gli standard immaginabili di stoccaggio e trasporto.
  8. DPU Офлайн DPU
    DPU (Andrew) Aprile 23 2021 14: 20
    +2
    Là hanno solo Yaroslavs Gashek al comando. Tutto per scrivere su Shveikov.
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) Aprile 23 2021 14: 27
      +2
      Jaroslav Hasek ha guardato il suo paese in modo molto più sobrio e critico, da cui l'immagine di Schweik. Il che, a proposito, è tutt'altro che inequivocabilmente positivo.
      Ma allo stesso tempo, se ora nella leadership ceca, per non parlare di Hasek, ci fossero persone almeno con il cervello di Schweik, sicuramente non avrebbero detto queste sciocchezze ...
  9. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
    George W. Bush - medio (George Bush - media) Aprile 23 2021 18: 03
    +2
    L'attuale Primo Ministro della Repubblica Ceca, Andrei Babis, già il 7.12.2014 dicembre XNUMX, ha rivelato personalmente chi ha visitato il magazzino di Vrbetica un giorno prima dell'esplosione:



    Tutto questo è avvenuto il 7 dicembre 2014 nel programma "Domande di Václava Moravce" (Otázky Václava Moravce), dove Andrei Babiš, nel ruolo dell'allora ministro delle Finanze nel governo di Bohuslav Sobotka, ha risposto alla domanda del moderatore su Vrbetica.
    E che ci crediate o no, Andrei Babish ha risposto alla domanda il proprietario del gruppo IMEX ha visitato il magazzino la notte prima della prima esplosione. E letteralmente il giorno successivo, si è verificata un'esplosione, a seguito della quale sono morti due dipendenti. Andrei Babish ha descritto la società come opaca, sebbene la società abbia già inviato una spedizione di munizioni in Bulgaria, ma la società presumibilmente non comunica con nessuno, nemmeno con le agenzie governative.
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 23 2021 22: 03
      +3
  10. Gadlei Офлайн Gadlei
    Gadlei Aprile 24 2021 04: 46
    +1
    Petrov e Bashirov avevano le partite nel sistema sbagliato
  11. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
    George W. Bush - medio (George Bush - media) Aprile 24 2021 14: 04
    +1
    Le decisioni di politica estera di Praga sono condizionate dalla “sottomissione a pressioni da parte che non possono essere rifiutate”.
  12. argento Офлайн argento
    argento (Argento) 7 può 2021 15: 07
    0
    L'incendio doloso è stato organizzato da Vakhmurka e Krzhmelik, perché i magazzini si trovavano sul loro territorio e avvelenavano l'ambiente ...