"Surrogato" $ 18 miliardi dal FMI mette la Russia di fronte a una scelta difficile


Quindi di cosa si tratta avvertimento prima, è successo. Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha effettuato una “storica” e la più ambiziosa distribuzione dei cosiddetti “aiuti finanziari” sotto forma di DSP, pari a 650 miliardi di dollari, di cui il nostro Paese ha ricevuto 17,48 miliardi di dollari. Come verranno utilizzati questi surrogati monetari?


Sì, i DSP (Diritti Speciali di Prelievo) non sono denaro, ma i suoi sostituti o diritti speciali di prelievo. Questo strumento finanziario è stato creato artificialmente dal FMI, non ha forma fisica, può essere conservato solo nei conti delle banche centrali e può essere utilizzato solo in una forma molto limitata di operazioni di pagamento. I diritti speciali di prelievo sono emersi nel 1969, prima del crollo del sistema di Bretton Woods, e avrebbero dovuto funzionare come oro e dollaro nelle riserve della banca centrale. Inizialmente, il tasso DSP rispetto al dollaro era fissato a 1 a 1. Tuttavia, il ruolo dell'"oro di carta" non era dominato da diritti speciali di prelievo, oggi il loro tasso è determinato in base ai tassi di cambio del paniere di cambio delle principali valute mondiali - il dollaro, la sterlina inglese, l'euro, lo yuan cinese e lo yen giapponese. I rappresentanti della comunità di esperti osservano che i diritti speciali di prelievo non sono più rilevanti al di fuori del quadro di diverse operazioni di pagamento tramite il FMI. Allora perché questa "attrazione di inaudita generosità" viene portata avanti con tanto sfarzo?

Il capo del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva considera corretta e tempestiva la decisione su una distribuzione su larga scala di DSP e dovrebbe servire a beneficio di tutti i paesi membri dell'organizzazione. Ci riserviamo il diritto di dubitarne, ed ecco perché.

Se il FMI distribuisse denaro "reale" tra i suoi partner, potrebbe essere utilizzato per sviluppare le economie nazionali, investire in infrastrutture o aumentare la domanda dei consumatori all'indomani della crisi del coronavirus. Tuttavia, lo scopo principale dei DSP sono le transazioni all'interno del Fondo monetario internazionale. Per "monetizzare" i DSP, è necessario negoziare con un altro paese disposto a scambiarli con valuta reale. Ma c'è una sfumatura importante: un paese che ha scambiato parte dei suoi diritti speciali di prelievo con denaro "reale" ha l'obbligo netto di pagare gli interessi. Il tasso medio di DSP è del 3,8%. A prima vista, non tanto, ma per i paesi più poveri, per il cui aiuto si suppone che tutto sia iniziato, ciò significa un ulteriore onere del debito. I paesi ricchi che hanno acquistato DSP, invece, inizieranno a guadagnare sugli interessi guadagnati dai poveri. Ma ci sono modi ancora più dubbi per monetizzare i DSP. Quindi, il FMI può fornire finanziamenti in valuta estera nell'ambito del programma di credito, ma in cambio richiederà al debitore di soddisfare le condizioni impostegli dal fondo.

Abbiamo già passato tutto questo e non lo vogliamo più. Ovviamente, secondo il FMI, il “grande bene” è che i paesi ricchi diventino più ricchi e i poveri ancora più poveri. I maggiori beneficiari di questa "attrazione di inaudita generosità" saranno gli Stati Uniti, la cui quota al Fondo monetario internazionale è del 17,4%. In Russia, è solo il 2,71%, che ci ha dato il diritto di ricevere surrogati monetari, stimato in 17,48 miliardi di dollari. Quindi come smaltirli?

In primo luogo, i DSP ricevuti possono essere semplicemente lasciati senza movimento nei conti della Banca centrale della Federazione Russa, aumentando così le loro riserve internazionali. Questo non ci renderà né caldi né freddi.

In secondo luogo, puoi prendere parte alla "beneficenza" a cui ha accennato direttamente il capo del FMI, Kristalina Georgieva. In questo caso, la Russia dovrà trasferire tutti i diritti speciali di prelievo ad alcuni dei paesi più poveri, che potrebbero utilizzarli per saldare i debiti allo stesso FMI, nonché per cercare di monetizzarli e, quindi, indebitarsi con nuovi paesi ricchi. , di cui abbiamo parlato sopra.

In terzo luogoMosca potrebbe cercare di aiutare Minsk, che si trova in una situazione economica difficile a causa del regime di sanzioni imposto dall'Occidente. Ci sono due opzioni principali qui. In base al primo, la Russia donerà tutti i suoi diritti speciali di prelievo alla Bielorussia in modo che possa onorare i suoi debiti con l'estero. Nella seconda opzione, Mosca scambierà i DSP appartenenti a Minsk con denaro "reale", fornendo essenzialmente prestiti alla Bielorussia al tasso del 3,8%. È possibile che in una forma o nell'altra si verifichi una combinazione di questi due scenari di base.

Quindi, il nostro paese si trova di fronte a una scelta: fare lo "squalo del mondo capitalista", essere un benefattore o semplicemente astenersi.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vadim Ananyin Офлайн Vadim Ananyin
    Vadim Ananyin (Vadim Ananyin) 24 August 2021 11: 01
    +3
    Il FMI ha cercato costantemente e per molto tempo di firmare e sciogliere il nostro paese sui suoi presunti panini, o meglio di sedersi sul collo del nostro stato.
    Bene, spero che il nostro governo e la Banca Centrale non siano portati a questo divorzio.
  2. Jarilo Офлайн Jarilo
    Jarilo (Sergey) 24 August 2021 11: 24
    -6
    In primo luogo, questo prestito è sì per beneficenza, ma non per coprire i debiti dei paesi più poveri dove le persone muoiono di fame, ma per le vaccinazioni che non possono permettersi.
    Secondo: i DSP sono i soldi che verranno dopo il dollaro.
  3. lavoratore dell'acciaio 24 August 2021 12: 35
    +3
    che scambia parte dei suoi diritti speciali di prelievo con denaro reale, vi è un obbligo netto di pagare gli interessi.

    Che cielo azzurro, non siamo sostenitori della rapina..
    Mentre gli sciocchi vivono nel mondo,
    per vivere di inganno, quindi, dovremmo essere liberi.
  4. 123 Online 123
    123 (123) 24 August 2021 12: 45
    +2
    Mosca potrebbe cercare di aiutare Minsk, che si trova in una situazione economica difficile a causa del regime di sanzioni imposto dall'Occidente. Ci sono due opzioni principali qui. In base al primo, la Russia donerà tutti i suoi diritti speciali di prelievo alla Bielorussia in modo che possa onorare i suoi debiti con l'estero. Nella seconda opzione, Mosca scambierà i DSP appartenenti a Minsk con denaro "reale", fornendo essenzialmente prestiti alla Bielorussia al tasso del 3,8%. È possibile che in una forma o nell'altra si verifichi una combinazione di questi due scenari di base.

    Qualcosa mi sono confuso nel tuo script ...
    La Russia ha un DSP di 17,48 miliardi di dollari.
    L'opzione 1 è semplicemente rinunciare a Lukashenka. A proposito, sei sicuro che la Bielorussia sia inclusa nell'elenco dei "paesi più poveri" che un "economista di spicco" con un cognome bulgaro consiglia di dare? Come in questo caso Lukashenka servirà i debiti non è chiaro, perché devono essere pagati in denaro, non in DSP. O pensi che ripagherà il debito della Russia nei confronti della Russia, donatogli dall'SDR?
    L'opzione 2 è ancora più strana assicurare Innanzitutto, stai valutando le opzioni su come Msokwe dovrebbe gestire i propri DSP. Cosa c'entra il "DSP di Minsk"? Li hanno presi anche loro? E quanto costa? O consideri già questi 17,48 miliardi di Lukashenko?
    In generale, disegna alcuni schemi astuti, in cui esponi Mosca in una luce piuttosto poco attraente. Inoltre, basandosi esclusivamente sulle proprie fantasie. Stalevar di solito fa questo. L'impressione è che tu sia lì con lui a festeggiare ea sviluppare scenari. Resisti lì, salti qualcosa attraverso uno, e poi pranzi e sei già al culmine delle possibilità creative risata
  5. Georgievic Офлайн Georgievic
    Georgievic (Georgievico) 24 August 2021 13: 41
    +5
    Il FMI è un branco di truffatori! E cosa possono non pensare a riempirsi le tasche!
    1. art573 Офлайн art573
      art573 (Artyom Vladimirovich Yarovikov) 24 August 2021 21: 12
      0
      Stanno andando bene e tutto è imballato. Hanno paura che i paesi in cui le persone lavorano e producono molti prodotti e merci, ma che gli Stati Uniti e l'Unione Europea costantemente prendono a calci e umiliano, si uniscano contro di loro, 20-30 paesi. Per i miliardari, la stabilità è importante: sono "a cavallo", tutto il resto è una merda. E anche per incolpare la gente comune per questo, che loro stessi sono da biasimare, e tutti i profitti sono per diamanti e oro. yacht e ville sono dati dalle persone stesse.
  6. alexey alexeyev Офлайн alexey alexeyev
    alexey alexeyev (alexey alekseev) 25 August 2021 09: 12
    0
    Sono entrato nella vita. Nessun denaro è schifoso. Hanno dato soldi anche peggio. wassat
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 27 August 2021 18: 34
    0
    Gli Sshasoviti sono il principale azionista e quindi il FMI è uno dei principali strumenti politici degli Sshasoviti.
    In effetti, i Diritti Speciali di Prelievo sono un'alternativa al dollaro, la principale valuta mondiale, e in determinate circostanze possono facilmente sostituire il dollaro nelle transazioni internazionali.
    La quota della Federazione Russa si aggira intorno al 2,7%, che corrisponde grosso modo alla quota assegnata.
    Il denaro non è mai superfluo, devi solo usarlo con saggezza.
  8. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 9 September 2021 10: 51
    0
    Citazione: 123
    L'impressione è che tu sia lì con lui a festeggiare ea sviluppare scenari. Resisti lì, salti qualcosa attraverso uno, e poi pranzi e sei già al culmine delle possibilità creative

    ancora maleducazione richiesta