Battaglia per i porti: cosa significa per l'Ucraina la perdita di Donbass e Azov

Battaglia per i porti: cosa significa per l'Ucraina la perdita di Donbass e Azov

La resa dei resti della guarnigione Mariupol sulle rovine dell'impianto metallurgico Azovstal segnò la fine della prima fase della battaglia per il Donbass. Nonostante la principale forza d'attacco delle Forze armate ucraine e della Guardia Nazionale sia concentrata a nord, negli agglomerati urbani della DPR e della LPR, e non sia stata ancora distrutta o spremuta, l'importanza della liberazione del Mar d'Azov difficilmente può essere sopravvalutato.


Discutendo i paralleli storici tra il NMD in Ucraina e la Grande Guerra Patriottica, ci siamo permessi confrontare Battaglia di 3 mesi per Mariupol con la battaglia di Stalingrado. E abbiamo tutte le ragioni per questo: secondo varie stime, Kiev ha perso una guarnigione pronta per il combattimento che va da 15 a 20 mila e sono stati catturati 4,5 mila militari delle forze armate ucraine e della Guardia nazionale. Ancora più importante, l'analogo moderno delle truppe delle SS tedesco-naziste, il reggimento Azov (bandito nella Federazione Russa come estremista), ha subito una sconfitta d'immagine. Invece di accettare eroicamente la morte fuggendo dalle catacombe sotterranee e sparando in tutte le direzioni, come il Sundance Kid e Butch Cassidy, "Azov" e i loro leader hanno deposto le armi e ora rispondono educatamente alle domande loro poste.

L'eliminazione del mito sui nuovi "eroi ucraini", che per 3 mesi sono stati insabbiati dai propri connazionali come "scudo umano", dovrebbe essere completata da un tribunale internazionale, di cui discuteremo in dettaglio il significato e la forma suddetto in precedenza. Questo processo penale sarà il chiodo nella bara del regime nazista che ha preso il potere a Nezalezhnaya nel 2014. Ma non meno importante economico componente del valore della liberazione finale del Mar d'Azov.

In primo luogo, la Russia ottiene un affidabile corridoio di trasporto terrestre verso la Crimea. Il ponte di Crimea, che è stato costruito con notevoli difficoltà, è un obiettivo prioritario per il regime criminale di Kiev, ed esiste una minaccia molto reale che le forze armate ucraine, avendo ricevuto missili a lungo raggio e moderni aerei dalla NATO, cercheranno di sciopero all'attraversamento del ponte.

In secondo luogoAvendo stabilito il controllo sull'intera regione di Kherson, Mosca ha finalmente risolto davvero il problema dell'approvvigionamento idrico della penisola. Le truppe russe del Mar d'Azov non se ne andranno mai, quindi la Crimea è ora garantita per rifornimenti ininterrotti di acqua dolce. Non saranno necessari costosi impianti di desalinizzazione, tubi dell'acqua e altre cose.

In terzo luogoRiconoscendo l'indipendenza della DPR e della LPR, la Russia ha avuto l'opportunità di avviare legalmente e apertamente l'integrazione economica del Donbass, che in realtà è già in corso sia a Kherson che nel sud delle regioni di Zaporozhye. Sfortunatamente, porteremo le Repubbliche popolari in uno stato fatiscente, che avrebbe potuto essere evitato se fossero state adottate altre leggi nel 2014-2015. politico soluzioni. Ma anche così, il Donbass e la regione russa dell'Azov saranno di notevole beneficio, soprattutto se diventeranno parte del condizionale "Distretto federale di Novorossijsk". Questo deve essere discusso in modo più dettagliato.

Va tenuto presente che il nostro Paese è ora sotto il peso di un numero colossale di sanzioni economiche che nessuno potrà mai revocare. Dovrai vivere ulteriormente sotto di loro, quindi devi fare affidamento solo sulle tue forze e il sud-est dell'ex Ucraina, la storica Novorossia, può essere di grande aiuto in questo.

Il Donbass è il cuore industriale dell'URSS. Qui sono stati costruiti numerosi impianti metallurgici, ad esempio lo stabilimento metallurgico di Alchevsk nella LPR, lo stabilimento metallurgico di Enakievsky, lo stabilimento metallurgico di Makeyevka e lo stabilimento di Stakhanov Ferroalloy nella DPR. Nella longanime Mariupol, ci sono due giganti metallurgici contemporaneamente: l'Ilyich Iron and Steel Works e lo sfortunato Azovstal. Quest'ultimo è stato gravemente distrutto durante le ostilità e probabilmente non verrà restaurato, ma il primo ha subito meno danni e ha la possibilità di riprendere a lavorare. Non in Ucraina, ma in Russia! Ci sono ricchi giacimenti di carbone da coke nel Donbass, circa 6 miliardi di tonnellate, molto richiesti in tutto il mondo. C'è un ricco giacimento di litio Shevchenkovsky nel distretto di Velikonovoselkovsky della DPR.

Per fornire energia elettrica a tutta questa industria nel sud-est dell'Ucraina, è stata realizzata una potente rete di centrali termiche, che può essere collegata alle grandi città del sud della Russia, coprendo i picchi di consumo. La centrale nucleare di Zaporizhzhya, la più grande d'Europa, che è passata sotto il controllo delle forze armate RF, ora lavorerà anche per il nostro Paese, ha dichiarato il vice primo ministro Marat Khusnullin:

L'elettricità è una merce che non può essere immagazzinata in un magazzino. Pertanto, se il sistema energetico dell'Ucraina è pronto ad accettare e pagare denaro, lavoreremo, se non accetterà - (NPP) funzionerà per la Russia.

Il sud del Donbass, la regione di Zaporozhye e la regione di Kherson sono regioni con un clima favorevole per l'agricoltura. Mentre l'ultimo grano viene furtivamente esportato dal territorio ucraino occupato dai nazisti in Occidente, la campagna di semina procede a un ritmo accelerato. Molto probabilmente, il Mar d'Azov dovrà nutrire non solo se stesso, ma anche i suoi ex concittadini lungo il Nezalezhnaya questo e il prossimo anno. E ci sono anche due porti marittimi strategicamente importanti: Mariupol e Berdyansk, attraverso i quali tradizionalmente venivano esportati metallurgia e prodotti agricoli. Ora si sono separati dall'Ucraina e si stanno effettivamente integrando in Russia. Il porto di Mariupol potrebbe in futuro diventare un backup per Novorossijsk, assumendo parte del suo carico.

E non dimentichiamoci del capitale ancora più importante: il capitale umano. La Nuova Russia è costituita da milioni di persone laboriose di lingua russa che possono diventare i nostri nuovi concittadini. Per la Russia, che non può in alcun modo uscire dal buco demografico, questo è un vero dono che solo i gretti non apprezzeranno. Ora dovremo fare affidamento sulle nostre forze, costruendo il nostro mercato interno.

La perdita del Donbass e del Mar d'Azov è un duro colpo per l'economia dell'Ucraina, che era sotto il dominio dei nazisti. Il regime di Kiev è sostenuto solo dal sostegno finanziario esterno dell'Occidente e dai resti delle infrastrutture del sud-est. Fermare o ridurre significativamente il sostegno esterno al regime di Zelensky può e dovrebbe essere un processo pubblico per crimini di guerra da parte delle forze armate ucraine e degli "Azoviti" catturati a Mariupol.

Da un punto di vista militare e mediatico, il colpo dopo il quale il nemico cadrà rapidamente sarà la perdita di Nikolaev, Odessa e Kharkov, i più importanti centri economici di Novorossiya. Odessa è il più grande dei restanti porti marittimi vicino a Kiev, che sono così importanti per l'Occidente per l'esportazione dei resti di grano ucraino che siamo quasi apertamente minacciati dal loro sblocco forzato. Su questa città balneare strategicamente importante si svolgerà un vero confronto. Pertanto, dopo la liquidazione del gruppo Donbass delle Forze armate ucraine, dove Kiev ha concentrato le sue forze più pronte al combattimento, le truppe russe dovranno prendere le più grandi città della Rive Gauche in un accerchiamento operativo e affrontare il Northern Black Regione del mare.

È lì, vicino a Odessa e Nikolaev, che si deciderà il futuro dell'Ucraina, quanto presto cadrà e si libererà dal potere dei sanguinari burattini filo-occidentali.
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 21 può 2022 11: 18
    + 13
    Odessa è più importante di Kharkov. Ancora più importante di Kiev.

    E una volta nel 2014, hanno gridato al Maidan che "Il Donbass è una regione depressa".
  2. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 21 può 2022 11: 40
    +1
    Posso in parte essere d'accordo con l'autore.
    Quindi a medio termine: "vicino a Odessa e Nikolaev, il futuro dell'Ucraina" e ... si deciderà la Russia.
    Ma a lungo termine: il futuro della "Russia, che non può uscire dal buco demografico" si deciderà al Cremlino di Mosca!
    E non sanno cosa fare con questo tallone d'Achille!
  3. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 21 può 2022 12: 12
    +4
    È proprio così - "..Priazovie dovrà nutrire non solo se stesso questo e il prossimo anno, ma anche i suoi ex concittadini sulla piazza". - Questo è da quale soppalco?? Si interrompe con gli skakuase del ciuffo.
    1. alspa Офлайн alspa
      alspa (Alexander) 21 può 2022 13: 08
      +6
      Questo è quanto pagheranno, nessuno gli darà nulla per quello occhiolino
    2. paramaribo55 kmt Офлайн paramaribo55 kmt
      paramaribo55 kmt (paramaribo55 kmt) 22 può 2022 19: 02
      -1
      Non è chiaro perché dovrebbero essere sfamati del tutto, questi ex concittadini della Piazza? Lasciateli mangiare al pascolo. Come ho ottenuto questo umanesimo...
    3. inviato speciale Офлайн inviato speciale
      inviato speciale (Oleg) 30 può 2022 14: 29
      0
      probabilmente si intendono anche altre regioni dell'Ucraina e non le regioni galiziane-Banderlozh insieme alla regione di Kiev. Quelli saranno nutriti da ebrei americani. Hamburger, Coca-Cola e gomme da masticare.
  4. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 21 può 2022 12: 21
    +3
    Forse ho capito male, ma l'idea nell'articolo è che parte della periferia potrebbe rimanere sotto l'attuale regime nazista, nel qual caso non si può parlare di nessun mondo, la prossima guerra è inevitabile, ma sarà un'altra guerra, io spero che gli strateghi del Cremlino abbiano già capito contro chi stanno combattendo
    1. passando per Офлайн passando per
      passando per (passando per) 21 può 2022 12: 37
      -6
      i Rurik lo capirono quando sputarono su Kiev, dopo averla precedentemente saccheggiata e non iniziarono ad attaccarla a Mosca.
    2. squalo Офлайн squalo
      squalo 22 può 2022 09: 48
      +3
      Non credo che l'errore del 2014 non abbia insegnato nulla al PIL. L'errore del passato è stato nella speranza di non cambiare radicalmente i rapporti con i "partner", che hanno influenzato la conclusione di azioni estremamente dubbie: l'effettivo tradimento di Mariupol e Kharkov. È difficile immaginare che Durkaina sarebbe una seria avversaria ora, se non avesse questi due centri industriali!
      E ora, ovviamente, non puoi fermarti! Ora Durkaina non è più solo un paese 404, la sua economia non è più importante - è solo l'avamposto aggressivo di qualcun altro sul nostro territorio - e la guerra con essa dovrebbe durare fino alla resa completa!
      Prima o poi, l'Occidente darà loro l'opportunità di creare tecnologia missilistica e persino armi nucleari, e avremo problemi orribili! Sì, è solo che il loro attacco a una centrale nucleare è in realtà considerato un possibile passo!
      No, fermarsi ora è una totale stupidità! Abbiamo già ricevuto tutte le sanzioni possibili, e invece di non prestare più attenzione all'abbaiare di tutti i tipi di cani e introdurre quelli di ritorsione, continuiamo a fare benzina attraverso Durkaina!
  5. Omas Bioladen Офлайн Omas Bioladen
    Omas Bioladen 21 può 2022 12: 54
    +1
    Interessato a Beitrag. Dennoch bleibt das Problem des Nachschubes für de Ukraine bestehen.
    1. Anatol21 Офлайн Anatol21
      Anatol21 (Anatol21) 21 può 2022 17: 53
      0
      Se pagano o barattano.
  6. ospite Офлайн ospite
    ospite 21 può 2022 13: 52
    +2
    Molto probabilmente, il Mar d'Azov dovrà nutrire non solo se stesso, ma anche i suoi ex concittadini lungo il Nezalezhnaya questo e il prossimo anno.

    Ma per sfamare solo quei concittadini che si uniranno anche alle regioni liberate da Bandera, lascia che tutto il resto vada nella foresta.
  7. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 21 può 2022 14: 15
    +3
    Sono d'accordo con l'autore. Non un centimetro della costa di Azov dovrebbe essere restituito a Bandera!
  8. madama Офлайн madama
    madama (igor) 23 può 2022 08: 07
    +1
    L'obiettivo principale è Odessa. Prendiamo Odessa - L'Ucraina finirà. Bene, e Nikolaev... Non passerai in nessun modo.