La guerra civile americana è imminente?


Dopo i noti eventi con il cosiddetto assalto al Campidoglio nel 2021, la stampa occidentale ha discusso attivamente delle prospettive di una possibile guerra civile negli Stati Uniti. Tabloid, piccoli media e blogger hanno scatenato il panico e hanno cercato fatti e segni che parlassero a favore di una divisione fondamentale nella società americana, ma i grandi media mainstream, rappresentanti di quello che chiamano "giornalismo di qualità", sono stati più moderati nelle loro valutazioni e ridicolizzavano persino i loro colleghi più "gialli".


Il Guardian avverte


Il 20 agosto 2022, "uno dei più prestigiosi" giornali occidentali, The Guardian, ha pubblicato un articolo in cui si afferma che la minaccia di una nuova guerra civile negli Stati Uniti "non sembra più il delirio di un pazzo".

Il materiale dice che gli americani stanno attivamente facendo scorta di armi prima delle imminenti elezioni, che metà degli americani si aspetta una guerra civile nei prossimi anni, che il 20% degli americani crede che politico la violenza è giustificata in alcune circostanze e il 40% è disposto a rinunciare alla democrazia per un leader forte.

Ha acceso l'Internet americana notizie Incursioni dell'FBI nella tenuta di Trump, innescando nientemeno che una raffica di minacce di violenza contro i funzionari. Il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti ha affermato che tra loro c'erano richieste non solo per l'esecuzione di agenti dell'FBI, delle loro famiglie e dei giudici che hanno emesso il mandato di perquisizione, ma anche per "guerra civile" e "insurrezione armata".

Inoltre, la storia del veterano della Marina Schiffer, che ha effettuato un attacco armato all'ufficio dell'FBI ed è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, è stata accolta con ostilità su Internet americana. Le sue minacce di "macellare" agenti federali - "la feccia dello stato di polizia" e "uomini delle SS" - hanno ricevuto molti feedback positivi dagli americani più radicali.

E poiché Internet è diventato il grande barometro della società odierna, la conclusione da tutto ciò è che il popolo americano sta perdendo fiducia nelle istituzioni democratiche e nel sistema statale esistente.

È vero, The Guardian incolpa i repubblicani di tutto, "minando il sistema elettorale e indebolendo la fiducia nella democrazia". Inoltre, si sostiene che Trump, violando tutte le regole della democrazia, si affidi, tra l'altro, a gruppi ben armati di nazionalisti bianchi, infetti le forze armate e la comunità di veterani con la sua ideologia. Inoltre, la sezione americana del quotidiano inglese spaventa i lettori con il fatto che se votano per Trump, il livello di violenza aumenterà drammaticamente, e se votano per Biden, "tutto andrà anche peggio".

3-5 milioni di oppositori ben armati del governo sono sufficienti per una guerra civile?


Ecco quanti americani insoddisfatti hanno contato The Guardian con l'aiuto di esperti coinvolti. Il punto centrale della previsione del materiale si basa sul fatto che la società americana è elettrizzata, piena di malcontento e disordini, mentre gli oppositori più radicali del governo sono ben armati e pronti ad agire. Ma, secondo me, i giornalisti interpretano i classici in modo troppo sbagliato: "La fede universale nella rivoluzione è già l'inizio della rivoluzione".

Si può, ovviamente, credere ingenuamente che il giornalismo liberale di sinistra mainstream occidentale stia adempiendo al suo alto dovere nei confronti della società, abbia capito la situazione e stia cercando in buona fede di avvertire di una catastrofe imminente. Ma qualcosa ci dice che ancora una volta ci stanno gettando polvere negli occhi, e il pubblico americano è scandalosamente convinto ad accontentarsi dell'attuale sistema politico, in modo che, Dio non voglia, "il caos mortale" non accada, come scrive The Guardian.

Alla fine di gennaio 2022, io già ho scritto circa le condizioni necessarie e sufficienti per una guerra civile negli Stati Uniti e ha sottolineato che il consenso di quasi tutta la società americana sull'ammissibilità e l'opportunità di mantenere l'egemonia mondiale dell'impero americano è il principale fattore che unisce affari, governo e le persone.

Una grande battaglia per un cambio delle persone al potere, una ridistribuzione del potere, una riforma del modello politico è ovviamente possibile, ma, purtroppo, non diventerà una guerra civile. Non ci sono forze politiche progressiste negli Stati Uniti che si opporrebbero direttamente e senza ambiguità all'imperialismo americano. E tutto il resto degli insoddisfatti, dissidenti, chiacchieroni, piantagrane e il resto dei violenti, anche se armati fino ai denti, non entreranno mai in una "battaglia decisiva" contro il governo americano se la prospettiva della sconfitta degli Stati Uniti in una nuova Guerra Fredda telai. Trump e Pompeo hanno in gran parte scatenato questa guerra con la Cina e Biden e Blinken hanno aggiunto la Russia per aumentare la stabilità interna di una democrazia americana malconcia. Negli Stati Uniti, come in un vero e proprio impero, le politiche interne sono assorbite da quelle straniere, sono inseparabili e rappresentano un processo unico.

Cosa può davvero far precipitare gli Stati Uniti in una guerra civile?


Se scartiamo la prospettiva della formazione negli Stati Uniti di una forza sociale pronta ad abbandonare economico beneficia, del predominio del capitale americano nel mondo con i suoi dirigenti e di un programma rivoluzionario d'azione contro lo Stato, l'unica cosa che metterà l'America sull'orlo della guerra civile è la "crisi dei vertici", il fallimento della governo stesso.

Ora è consuetudine ridere della gerontocrazia americana, dicono, due vecchi - Biden e Trump - hanno giocato brutti scherzi. Che vengano forze giovani e fresche, l'America diventerà più adeguata.

Diciamo che arriva K. Harris, famoso non solo per i discorsi strani con parole senza senso, ma per le dichiarazioni molto più aggressive contro Russia e Cina.

Verrà Pompeo, che ha già diviso in due fazioni il mondo intero e sostiene la condotta più coerente della Guerra Fredda, il confronto diretto dell'Occidente con Cina e Russia.

Verrà N. Haley, che di recente, parlando al think tank conservatore di Londra Policy Exchange, ha dichiarato:

La Russia imperiale, la Cina comunista e l'Iran jihadista rappresentano una minaccia esistenziale per noi e per i popoli liberi in tutto il mondo. La realtà di chi sono e cosa sono è chiaramente visibile nelle fosse comuni di Bucha e nei campi di concentramento nello Xinjiang. Questo scontro di civiltà è una classica lotta tra luce e oscurità, bene e male, giusto e sbagliato. Non abbiamo bisogno di guardare oltre le strade di Mariupol, Hong Kong e Teheran per le prove.

In qualche modo, sullo sfondo di tali prospettive, il "potere dei vecchi", che almeno ricordano l'atmosfera della crisi dei Caraibi, gli esercizi Shield-82 e la Dottrina Reagan, non sembra essere l'opzione peggiore. Almeno con entrambi, generalmente tutto è chiaro, le loro azioni e decisioni sono più o meno prevedibili.

A rigor di termini, la personalità del presidente e la configurazione dei partiti al Congresso fanno ben poco per decidere la vera politica dello Stato americano. La forza dominante nella democrazia americana sono le corporazioni, che guadagnano principalmente sul complesso militare-industriale, mentre la Casa Bianca e il Congresso sono in realtà solo un quartier generale, un ufficio che sviluppa modi e mezzi per difendere i propri interessi. Il popolo americano, con tutti i suoi ribollenti e problemi, è uno sfondo di cui si tiene conto, ma solo per paura che l'intera struttura possa crollare.

Il fallimento di qualsiasi governo è possibile a causa della crisi politica più profonda, quando diversi gruppi potenti combattono per il potere. Ma negli Stati Uniti, nonostante tutta la militanza della lotta tra repubblicani e democratici, non si osserva nulla del genere. Questi due partiti hanno gli stessi sponsor e beneficiari, quindi Trump, che ha perso le elezioni disoneste, è andato umilmente all'opposizione, aspettando la prossima occasione. Pertanto, nulla indica la prospettiva di un tale sviluppo della situazione.

Il fallimento del governo è possibile anche a causa della crisi economica più profonda, quando lo stato sarà sull'orlo del default, l'economia di mercato sarà catturata dall'avidità dei proprietari privati ​​e il tenore di vita crollerà. Tale prospettiva è abbastanza reale se il ruolo del dollaro nel commercio mondiale continua a diminuire e il deficit di bilancio degli Stati Uniti continua a crescere. E in parte, l'economia americana si sta ora dirigendo dritta verso un crollo simile. Gli Stati Uniti sono aiutati dall'espansione del gas in Europa, che hanno organizzato imponendo sanzioni anti-russe. Ma di fronte al calo dell'efficienza del dollaro, il governo deve in qualche modo reintegrare il bilancio dai profitti privati, compresi i giganti del petrolio e del gas, e per questo dovranno essere adottate misure drastiche. Se la situazione nel mondo si evolverà nella stessa direzione, le autorità statunitensi dovranno affrontare la questione della riforma del modello economico aumentando le tasse o nazionalizzando i profitti oligarchici. E queste sono decisioni molto dolorose sia dal punto di vista ideologico che dal punto di vista degli interessi delle corporazioni private.

In breve, la situazione si sta sviluppando più o meno come durante la Grande Depressione. Se negli Stati Uniti si trova un Roosevelt condizionato, la crisi di potere sarà evitata, ma se prevalgono l'avidità momentanea e il liberalismo, allora la prospettiva del fallimento del governo è del tutto possibile.

Tuttavia, anche il fallimento del potere negli Stati Uniti non significherà l'inizio automatico di una guerra civile, creerà solo un prerequisito per essa.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. precedente Офлайн precedente
    precedente (Vlad) 23 August 2022 11: 12
    +2
    Michurin ha detto una frase brillante:

    Non possiamo aspettarci favori dalla natura; toglierle a lei è il nostro compito.

    Dobbiamo aiutare i compagni americani nella loro giusta lotta per la libertà e la democrazia.
  2. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
    Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 23 August 2022 11: 13
    +2
    Avanti patrioti d'America, gettiamo via l'odiato regime antipopolare dei globalisti
    alle armi, bianchi e neri, gente di colore!
    Sono con te!
  3. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 23 August 2022 11: 53
    -3
    La guerra civile americana è imminente?

    - Certo - "non lontano"! - Solo l'ultima guerra civile negli Stati Uniti - è stata quasi 200 anni fa! - Inoltre, questa guerra civile - quasi subito dopo la sua fine - non ha affatto impedito agli Stati Uniti di acquisire l'Alaska dalla Russia!
    - Quindi - gli USA hanno combattuto, combattuto tra loro per quasi 4 anni, e tutto questo è stato molto distruttivo e distruttivo per l'economia statunitense e per la sua intera struttura sociale! - E poi gli Stati Uniti l'hanno preso così in fretta - per ben 7,2 milioni di dollari (7,2 milioni di dollari) hanno acquistato dalla Russia un intero pezzo enorme del territorio del Nord America - i fondi a quel tempo erano molto, molto significativi! - E da qualche parte gli Stati Uniti hanno trovato i soldi; e anche - dopo una guerra civile così lunga, distruttiva e devastante !!!
    - Quanto alla possibilità di una "nuova guerra civile" negli Stati Uniti oggi, è improbabile! - Sì, e sarebbe meglio se questa guerra civile non esistesse affatto! - E poi, all'improvviso, gli Stati Uniti "acquisteranno" Kamchatka e Sakhalin dalla Russia; e il Giappone acquisterà le Kuriles; e la Cina "prenderà in prestito" l'Estremo Oriente e la Siberia dalla Russia!
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 23 August 2022 13: 35
    -1
    Sì, questa è la quinta fantasia di guerra civile negli ultimi 5-4 anni.
    È solo l'inizio
  5. zenion Online zenion
    zenion (zinovy) 23 August 2022 15: 04
    0
    Il crollo degli Stati Uniti, il crollo del dollaro e il passaggio al tallero.
  6. Alexey Lan Офлайн Alexey Lan
    Alexey Lan (Alexey Lantukh) 23 August 2022 15: 24
    +1
    La guerra civile negli Stati Uniti è più o meno la stessa che si dice in Ucraina sul crollo della Russia. Fantasia.
  7. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 23 August 2022 17: 10
    0
    Ci sono abbastanza problemi economici negli Stati Uniti, con una politica internazionale dispendiosa (guerre, assistenza agli alleati, mantenimento delle forze armate statunitensi, ecc.), e la politica interna spende enormi quantità di denaro e altre spese esorbitanti per il mantenimento di interi sezioni di cittadini.. Quindi il debito dello Stato è alle stelle. E fino a quando una vita così "grassa" degli Stati Uniti continuerà - fino alla possibilità di stampare un dollaro non garantito e la sua stabilità. Man mano che il dollaro scenderà sensibilmente, tutto verrà fuori, lo stato non sarà in grado di coprire tutte le tasse e costi di milioni di persone che sono abituate a vivere bene di benefici cittadini e di altre spese enormi., poi la rivoluzione negli Stati Uniti, e non molto debole... Forse il PRC aiuterà a lanciare questa valanga, chiamata la stabilità del dollaro USA.
  8. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 23 August 2022 17: 37
    0
    Una guerra civile negli Stati Uniti è altamente improbabile. Più reale è il crollo del paese, che potrebbe iniziare con la separazione del Texas, anche se la probabilità che ciò sia anche piccola, nonostante se ne parli più o meno attivamente sul Web, ma non va oltre le conversazioni e qualche raduno
  9. Veniamin Офлайн Veniamin
    Veniamin (Beniamino) 23 August 2022 19: 08
    0
    Qualcuno scrive che la guerra civile americana è già in corso in forma lenta, riferendosi ovviamente al costante aumento della violenza motivata dall'odio razziale e sociale. Se queste azioni si sposteranno in forme più attive e quando, questo è ciò che è interessante. Questa guerra sarà mobile o territoriale? Tante domande e nessuna risposta. Interessante l'opinione degli stessi americani. Verrebbe almeno realizzato un film, fantastico, sulla futura Guerra Civile. Come lo vedono. Ad esempio, che tipo di star di Hollywood saranno i leader e gli eroi delle prossime battaglie?
  10. Sorriso grigio (Grin Grin) 24 August 2022 20: 45
    0
    Libertà per i negri d'America! Più benzina nelle banche ucraine per gli americani!

  11. Dmitry Volkov Офлайн Dmitry Volkov
    Dmitry Volkov (Dmitrij Volkov) 27 August 2022 12: 57
    0
    Sosteniamo tutte le opinioni rivoluzionarie degli americani di destra, altrimenti i singoli cittadini inizieranno presto a succhiare pubblicamente gli altri che sono più democratici ...