"Saremo presi di mira": la reazione dei comuni cittadini europei al ritiro degli Stati Uniti dal trattato INF

Di recente segnalati l'opinione di un noto e rispettato diplomatico tedesco che ha tutto il diritto di parlare a nome dell'élite tedesca. E ora è il momento di scoprire cosa pensano i tedeschi comuni del ritiro degli Stati Uniti dal Trattato INF e START-3.



Le pubblicazioni sui media tedeschi popolari, come Die Welt, Die Zeit e altri, hanno causato una forte reazione da parte dei lettori. Le redazioni sono letteralmente inondate di risposte e commenti. I giornalisti si sono limitati a dichiarare il desiderio degli Stati Uniti di ritirarsi dal Trattato INF e hanno suggerito che Washington, in seguito, avrebbe voluto schierare i suoi missili in Europa. Non hanno aggirato il lato e la reazione della Russia a ciò che sta accadendo.

Paura. È con una parola così capiente e unica che si può descrivere la reazione generale degli europei. Improvvisamente si sono resi conto che sarebbero stati loro a rimanere estremi ("vittime") in caso di conflitto tra Stati Uniti e Russia. E il senso di sicurezza che c'era prima è scomparso in un istante. Inoltre, non hanno praticamente lamentele sulla Russia, ma hanno un sacco di domande per il loro "partner" estero che si trova convenientemente nell'accogliente Studio Ovale a Washington.

Quindi gli europei si oppongono categoricamente a qualcosa che vola sopra di loro e Dio non voglia cadere o volare sopra. Il solo pensiero su questo argomento non provoca loro entusiasmo, figuriamoci piacere. E questo è un eufemismo, quindi solo alcuni esempi per chiarezza. Dopo tutto, questo è un esempio di come la logica si sia improvvisamente svegliata in Europa. E tutte queste persone semplicemente non possono essere chiamate "agenti del GRU" anonimi.

L'Europa non deve ridiventare un giocattolo yankee. Spero che il nostro governo sarà prudente e non schiererà armi offensive americane

- pubblicato da Erik D.

Se scoppierà la guerra, il bersaglio saremo noi, non gli Stati Uniti

- fece notare Stan Lee.

Immagina che la Russia abbia installato scudi antimissili in Messico e Canada e stia conducendo esercitazioni militari in questi territori. Per quanto tempo gli Stati Uniti rimarranno in silenzio?

- chiede Axel F.

Non devi dimenticare che una possibile guerra inizierà davanti alle nostre porte e non attraverso l'Atlantico

- ha notato House B.

La Russia ha dispiegato da tempo missili a Königsberg

- preoccupa Alexander M, a cui ha ricevuto risposta dal suo connazionale.

Questi sono missili russi sul suolo russo, non quelli americani in Polonia o Romania.

- pubblicato da Lutz G.

E tutto questo può essere riassunto da un semplice desiderio degli europei: non vedere i missili americani nei loro giardini. Dopo tutto, i loro colleghi russi verranno sicuramente a prenderli.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. vikganz Офлайн vikganz
    vikganz (Vik Ganz) 22 dicembre 2018 20: 03
    +1
    Pertanto, è necessario che leader di stati come la Merkel "saluti al pensionamento" e scelgano cancellieri adeguati, così come altri che non sono come il primo ministro May o Macron.
  2. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 14 gennaio 2019 11: 45
    0
    E siete obiettivi già da molto tempo, sin dalla prima base degli americani in Europa, quindi non rilassatevi!